Malore fatale in casa: morto Mario Napetti, ex direttore della Provincia

Aveva 71 anni. La moglie lo ha trovato senza vita nella loro abitazione di Quinto. Leghista della prima ora, aveva lavorato per anni al fianco di Zaia. Giovedì pomeriggio i funerali

Il mondo della politica trevigiana è in lutto per la scomparsa improvvisa di Mario Napetti, ex direttore della Provincia di Treviso e storico militante della Lega al fianco del Governatore Luca Zaia.

Come riportato da "Il Gazzettino di Treviso", Napetti è morto per un malore fatale che lo ha ucciso mentre si trovava nella sua abitazione a Quinto di Treviso. A trovarlo, riverso sulla sua scrivania, è stata la moglie Valeriana De Marchi. Napetti aveva 71 anni, in passato aveva sofferto di problemi cardiaci e, nonostante cercasse di tenere sempre monitorata la sua salute, il malore che lo ha colto nel pomeriggio di lunedì gli è stato fatale. Politicamente fedelissimo alla Lega aveva collaborato a stretto contatto con Luca Zaia in Provincia a Treviso dove era stato direttore e assessore alla caccia. Segretario della Lega a Quinto di Treviso, era presidente dell’ex Siamic lavorando per un lungo periodo di tempo anche in Sardegna. Originario del Lido di Venezia aveva girato l'Italia stabilendosi con la famiglia a Quinto di Treviso dove, nei giorni scorsi, ha perso la vita. Padre di una figlia, Martina, Napetti viene ricordato oggi come una persona integerrima ma disponibile, con una grande passione per il mondo politico. I funerali saranno celebrati giovedì 12 settembre alle ore 16 nella chiesa di San Giorgio, a Quinto di Treviso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Incubo finito, Letizia rintracciata a Piacenza

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Lego in mostra a Treviso: migliaia di mattoncini per una città ecosostenibile

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

Torna su
TrevisoToday è in caricamento