A Treviso arriva "Overtime": la grande mostra sul basket Nba

Dal 5 settembre al 6 ottobre Treviso ospiterà l’unica tappa italiana della digital exhibition sui campioni della pallacanestro a stelle e strisce. Uno spettacolo da non perdere

Treviso diventa la capitale del basket con un’esposizione esclusiva e di livello internazionale. Dal 5 settembre al 6 ottobre 2019, la Sala della Borsa della Camera di Commercio ospiterà l’unica data italiana di “Overtime”, digital exhibition sul mondo dell’Nba, l’Olimpo della pallacanestro mondiale fra cimeli, immagini inedite, memorabilia, video e curiosità sui grandi campioni del basket fra campo e jet set.

IMG_20190604_121259-2

La mostra, ideata e curata da Massimiliano e Francesco Finazzer Flory, è stata voluta fortemente dall’amministrazione comunale per celebrare la vocazione “cestistica” della Città di Treviso, che ha scritto pagine sportive indelebili dentro e fuori i confini nazionali. Nelle scorse ore il sindaco Mario Conte, l’assessore ai Beni Culturali e Turismo Lavinia Colonna Preti e l’assessore alle Politiche Ambientali e Smart City Alessandro Manera hanno incontrato a Ca’ Sugana, oltre ai curatori Finazzer Flory, una delegazione Nba rappresentata da Elisa Pettit (Director Events) e Naveen Lokesh (Manager Global Parnerships), entrambi in visita ufficiale a Treviso. Nelle prossime settimane verrà presentato l’intero progetto con tutti i dettagli su "Overtime", che vedrà ospite, in occasione dell’evento di apertura, una vera e propria leggenda del basket che sarà svelata nei prossimi giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • Chiama la polizia per far multare le auto in sosta, ma alla fine a essere sanzionato è lui

Torna su
TrevisoToday è in caricamento