Errore nella compilazione dei verbali: sequestrate 100 multe dell'autovelox

La Procura apre un'inchiesta per falso in atto pubblico. Per il Comune è un errore nella compilazione dei verbali. Le multe da pagare sono state corrette e rispedite

L'autovelox di via Kennedy a Riese Pio X (Foto d'archivio)

L'autovelox di via Kennedy a Riese Pio X torna a far parlare di sé. Questa volta non per colpa degli automobilisti indisciplinati ma per un errore nella compilazione di decine e decine di multe, sequestrate dalla Procura di Treviso perché spedite con l'indicazione sbagliata del vigile che ha compilato i verbali.

Come riportato da "Il Gazzettino di Treviso" le multe "sbagliate" sarebbero addirittura 400 anche se la Procura ha posto sotto sequestro solo un centinaio di verbali. Sulla vicenda è stata avviata un'inchiesta per falso in atto pubblico. Dal comando di polizia locale specificano che si è trattato di un errore relativo all'indicazione dell’agente accertatore della contravvenzione, prodotto in maniera involontaria nel corso della compilazione di un intero lotto di sanzioni. Ad accorgersi per primo dell'errore è stato un automobilista multato che ha presentato un esposto sulla vicenda. Dell'errore sono stati informati i carabinieri, che hanno notificato il tutto alla Procura di Treviso. Gli automobilisti che hanno ricevuto le multe "sbagliate" non possono però cantar vittoria. Nonostante il sequestro da parte della Procura infatti, i verbali in questione saranno semplicemente corretti e rispediti, con l’aggiornamento delle scadenze. Dal Comune di Riese sembrano tutti fiduciosi del fatto che la magistratura capirà come si sia trattato di un semplice errore di tipo amministrativo, non in malafede, che non modifica affatto la sostanza delle sanzioni. In passato l'autovelox di via Kennedy era balzato agli onori della cronaca per aver segnalato una media di duemila multe al giorno. Numeri che con il passare del tempo hanno iniziato a diminuire ma con la nuova nuova inchiesta avviata nei giorni scorsi sembra davvero non esserci pace per il famigerato rilevatore di velocità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Magnesio: il segreto della vitalità

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento