Navette gratis dalle frazioni al centro per disabili, over 65 e bimbi sotto i 3 anni

Importante iniziativa al via nel mese di aprile a Mogliano Veneto. Le domande di abbonamento gratuito dovranno essere presentate al Punto Comune

Da aprile gli anziani over 65, i bimbi sotto i tre anni e disabili, invalidi o portatori di handicap, potranno viaggiare gratis nelle navette di collegamento tra le frazioni e il centro di Mogliano.

Lo ha deciso l’amministrazione comunale che ha attivato nelle scorse ore questa promozione, esclusivamente per i residenti nel territorio comunale, per incentivare ulteriormente l'uso del servizio comunale anche da parte delle fasce più deboli. L’abbonamento gratuito, che non vale per le altre linee di trasporto pubblico locale di Mom ed Actv, andrà richiesto presentando una domanda, reperibile nel sito del Comune o presso lo stesso ufficio, a Punto Comune. «Con questa decisione da una parte vogliamo dare un tangibile aiuto alle fasce più deboli della popolazione moglianese, dall’altro intendiamo favorire lo sviluppo del trasporto collettivo a vantaggio della qualità della nostra aria e del nostro ambiente. Il servizio di navette dalle frazioni al centro è molto utilizzato ed apprezzato e confidiamo che lo possa essere di più grazie all’abbonamento gratuto» commenta il sindaco Carola Arena.

Il servizio navette, a totale carico del bilancio comunale, collega 2 volte alla settimana con corsa di andata e di ritorno, Bonisiolo, Campocroce, Ovest-Ghetto e Marocco con il centro con un pulmino della capienza di 19 persone. I percorsi sostanzialmente sviluppano due circolari: dal centro verso Bonisiolo (direttamente) e ritorno con fermate in SPZ, via Roette, via Malombra, Zerman, via Croce,via Bianchi, via Cavalleggeri, piazza Pio X°, piazza Caduti; dal centro verso Campocroce con fermate in via Torino, via Selve, Campocroce, via Molino, centro Ghetto, via Marignana, Marocco , via Terraglio, piazza Caduti. E' un servizio che va incontro alle esigenze dei cittadini che vivono in aree non servite dal servizio pubblico regionale e che quindi non hanno la possibilità di usufruire di mezzi pubblici per arrivare in centro città dove sono dislocati uffici, attività commerciali, medici, e via dicendo. «Siamo convinti che questo servizio abbia  riflessi importanti sull'ambiente perché evita l’uso di mezzi privati, spesso occupati da una sola persona, evita intasamenti di veicoli nel centro cittadino e nei parcheggi, ma ha soprattutto una valenza sociale, perché stimola gli anziani e chi è affetto da invalidità civile, a muoversi in autonomia» conclude l’assessore alle politiche sociali Tiziana Baù.

L'utenza interessata a questa iniziativa dovrà compilare un modulo predisposto dagli uffici comunali e consegnarlo al Punto Comune per il rilascio di apposita tessera di gratuità.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il piede diabetico: cure e trattamenti

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: fiere e mercatini accendono l'autunno

  • Virus incurabile, cantante trevigiana muore a 51 anni

  • Frontale tra auto lungo la Postumia: 5 le persone ferite, una è grave all'ospedale

  • Dispositivo anti telelaser in auto, maxi multa per un 32enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento