Massimo Burol è il nuovo presidente degli Alpini di Valdobbiadene

Nato a Farra di Soligo, Burol è stato eletto a capo della sezione Ana di Valdobbiadene. Le sue prime parole dopo l'elezione: «Un onore e un'emozione assumere quest'incarico»

In foto, da sinistra, Valentino Baron e Massimo Burol

Da domenica 16 febbraio 2020 la sezione Ana di Valdobbiadene ha un nuovo presidente: è Massimo Burol, 63enne di Farra di Soligo, eletto con voto unanime dall'assemblea sezionale e successore di Valentino Baron, in carica negli ultimi sei anni. 

Classe 1956, il nuovo presidente sezionale ha svolto il servizio di leva nel 1977-1978 alla 216^ Compagnia del Battaglione alpini d’arresto "Val Tagliamento" nella caserma "Del Din" di Tolmezzo. Iscritto all’Ana dal 1979, è stato consigliere e poi per dieci anni capogruppo degli alpini di Farra di Soligo, è il secondo presidente sezionale originario di Farra di Soligo insieme a Gino Dorigo, alla guida degli alpini di Conegliano. Queste le prime parole di Massimo Burol: «E’ con onore e vi confesso con emozione che assumo questo incarico impegnativo ed importante per la nostra sezione. L’esperienza che ho maturato durante gli anni nel mondo del lavoro e all’interno di enti ed associazioni nei quali mi sono impegnato mi ha insegnato che i risultati migliori si ottengono solo lavorando come squadra. Sono certo che questo lo potremmo fare anche qui per la sezione, operando insieme, ognuno con il proprio ruolo, con i consiglieri, con i capigruppo, figure essenziali all'interno dell’Ana, con tutti gli alpini e gli amici accomunati nei valori e nello spirito alpino che ci contraddistingue» ha concluso Burol.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Altrettanto emozionante il saluto del presidente uscente Valentino Baron: «Cari alpini e amici degli alpini da oggi rientro nei ranghi. Durante questi sei anni ho potuto stare con voi molto tempo e in varie occasioni ho accumulato molti bei ricordi che ho riposto diligentemente nello zaino. Ringrazio tutti coloro che nel corso della mia presidenza mi sono stati vicini e di aiuto a cominciare dal consiglio direttivo nazionale, dal consiglio direttivo sezionale uscente, dai capigruppo, dai soci e dagli amici degli alpini, dalla madrina Gabriella Piva, dai sindaci, dai responsabili delle associazioni d’arma a noi vicine e dai rappresentanti delle Forze Armate. Non posso dimenticare di ringraziare le nostre compagne di vita per la pazienza dimostrata ad aspettarci a tutte le ore perché eravamo impegnati in riunioni o operazioni di Protezione Civile. Vi ringrazio per quello che mi avete dato, vi saluto e vi abbraccio tutti». Nei prossimi giorni il presidente Massimo Burol inizierà ufficialmente il suo mandato triennale alla guida di una sezione ricca di persone con l'alpinità nel sangue: 19 gruppi distribuiti su 5 Comuni (Farra di Soligo, Moriago della Battaglia, Segusino, Valdobbiadene e Vidor), 1.971 unità, un gruppo sportivo e una Protezione Civile d'eccellenza, un prezioso giornale sezionale "L'alpin del Piave" e un preparato Centro Studi sezionale. Il nuovo consiglio direttivo sezionale, che nei prossimi tre anni affiancherà il presidente Massimo Burol, è composto da: Giuliano Adami, Flavio Andreola, Lino Bello, Renato Canello, Umberto Cavalli, Christian Covolan, Luigi Damin, Francesco Miotto, Giacobbe Saccomanni, Gianpietro Tormena, Paolo Vanzin, Galileo Zamai.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vasto incendio da "Vaka Mora": a fuoco 500 balle di fieno

  • Malattia fulminante spegne la vita della piccola Nicole a soli 12 anni

  • Scompare all'improvviso da casa, il biglietto ai genitori: «Non venitemi a cercare»

  • Runner scivola e precipita nel vuoto: muore 37enne

  • Apre a Oderzo il Würth Store, negozio con oltre 5 mila prodotti professionali

  • Ricerche sui terremoti, trevigiano premiato dall’ETH di Zurigo

Torna su
TrevisoToday è in caricamento