Il nuovo Vescovo di Treviso è Don Michele Tomasi: addio a Monsignor Gianfranco Gardin

Originario di Bolzano, è rettore del Seminario di Bressanone e laureato in Discipline economiche e sociali alla Bocconi di Milano

Foto ANSA

E' il 54enne Don Michele Tomasi il nuovo Vescovo di Treviso. Originario di Bolzano, terzo di tre fratelli, Tomasi succede a Monsignor Gianfranco Agostino Gardin che lascia l'incarico dopo ben dieci anni per sopraggiunti limiti di età dopo aver compiuto 75 anni. Studente a Bolzano e a Udine (il periodo delle scuole medie), dopo la maturità classica ha frequentato a Milano l'università Bocconi, laureandosi in Discipline economiche e sociali, e  dopo un anno di servizio civile è entrato in Seminario venenedo ordinato sacerdote nel 1998. Cappellano e parroco nella parrocchia di Santo Spirito a Merano, poi cappellano di lingua italiana nel decanato di Vipiteno, Tomasi è stato anche accompagnatore spirituale delle ACLI e consulente spirituale dell'UCID.

Successivamente è stato incaricato per l'insegnamento della Dottrina sociale della Chiesa allo Studio accademico teologico di Bressanone, seguendo poi un Dottorato all'Università di Innsbruck, sempre in Dottrina sociale e diventando Rettore del Seminario di Bressanone. "Mi accompagna una costante nei tre luoghi in cui ho vissuto dopo l'ordinazione presbiterale: a Merano la Chiesa di Santo Spirito, la Spitalkirche, a Vipiteno la Chiesa sempre di Santo Spirito in cui celebra particolarmente la comunità di lingua italiana e a Bressanone il Seminario maggiore, già ospizio ed ospedale 'in Insula Sanctae Crucis'. Tutti e tre hanno un passato di ospizio e di ospedale, di rifugio accogliente per i pellegrini, di cura per i poveri, di assistenza per i malati - scrive in una nota Don Michele - Questa apparente coincidenza mi richiama ad una vocazione e mi richiede un'obbedienza. La vocazione è quella dell'accoglienza di chi è in cammino, fisicamente e spiritualmente: di chi vuole seguire il Signore nella via del sacerdozio e che in Seminario desideri crescere e lasciarsi accompagnare; di chi voglia fermarsi anche solo un poco per riscoprire il senso della propria vocazione battesimale; di chi sia anche solo di passaggio e voglia sostare un poco. L'obbedienza è ai piccoli e ai poveri, amici particolari di Gesù, nei quali egli ci visita e ci interpella. Con l'aiuto del Signore e di tanti compagni e compagne di viaggio spero di poter rispondere a questo appello. Almeno un poco".

LE PAROLE DEL GOVERNATORE ZAIA

“Saluto con amicizia e con spirito di viva attesa don Michele Tomasi, nominato nuovo vescovo di Treviso. Sarà ad accoglierlo con il caloroso benvenuto di tutti i trevigiani quando prenderà possesso della diocesi della Marca”. Il presidente del Veneto, Luca Zaia, accoglie con gioia la notizia della nomina del sacerdote bolzanino, vicario episcopale per il clero della diocesi di Bolzano-Bressanone, a titolare della diocesi che ha dato i natali a papa Pio X. “La sua nomina e la sua storia personale sono uno stimolo per la comunità trevigiana e le sue istituzioni”, prosegue Zaia. “Il vescovo Michele ci avrà al suo fianco nel comune impegno al servizio delle persone, nella tutela del lavoro e nel cercare di valorizzare i fondamenti sociali della nostra convivenza civile, con un occhio di riguardo ai bisogni delle persone più fragili”. “Anche se con ruoli distinti e diverse responsabilità – conclude Zaia – assicuro già da ora attenzione e sostegno alla sua missione episcopale, in uno scambio collaborativo di idee e progetti, certo di poter condividere uno sguardo comune sui valori che fondano la coscienza collettiva dei veneti e che devono restare l’orizzonte del nostro operato quotidiano”.

IL COMMENTO DEL SINDACO CONTE

"Desidero rivolgere, a nome della Giunta e di tutta l’Amministrazione comunale, un caloroso benvenuto a don Michele Tomasi, nuovo Vescovo di Treviso. Questa nomina rappresenta un evento importante per la comunità trevigiana, che nella Chiesa e nell’attività pastorale ha sempre trovato un punto di riferimento importante. Ci affiancheremo con spirito collaborativo al Vescovo Michele nel suo impegno alla guida della Diocesi, sostenendone la missione episcopale per realizzare una comunità sempre più solidale, unita e inclusiva. In un’epoca di profondi cambiamenti sociali, in cui è necessario ascoltare con particolare attenzione i bisogni delle famiglie, degli anziani e dei giovani, sarà fondamentale lavorare quotidianamente, condividendo progetti e sensibilità. Intendo inoltre rivolgere un sentito ringraziamento a Monsignor Gianfranco Agostino Gardin per la preziosa opera pastorale svolta con saggezza e dedizione nei suoi dieci anni alla guida della Diocesi di Treviso".

Potrebbe interessarti

  • Pioggia, vento e grandine: la Marca ancora nella morsa del maltempo

  • SuperEnalotto: sfiorato nella Marca il jackpot più alto della storia

  • Lutto tra le colline del prosecco, addio a Fabio Ceschin

  • La storia di Diana, il cucciolo orfano salvato da una canzone dei Lost

I più letti della settimana

  • Tragico frontale a Borgoricco, morto un prete di 82 anni

  • Schianto sulla Treviso-mare: morto un motociclista, grave la moglie

  • Centauro 21enne si schianta contro un'auto: è grave all'ospedale

  • Si schianta con la moto contro un'auto, muore un 40enne

  • Segrega in casa e picchia la moglie e la figlia di 14 anni: arrestato 50enne padre-padrone

  • Tamponamento a catena in A4: un morto, traffico in autostrada nel caos

Torna su
TrevisoToday è in caricamento