Oderzo contro le barriere architettoniche: il sindaco Scardellato pensa ai disabili

Il primo cittadino Maria Scardellato, in sedia a rotelle da 15 giorni a causa di una frattura ad una caviglia, ha toccato con mano le problematiche di tutti i giorni di chi non può deambulare

Credit Facebook Daniele Furlan

ODERZO Un infortunio alla caviglia fu galeotto. Dopo la frattura della caviglia destra, e la conseguente inevitabile ingessatura, il primo cittadino di Oderzo Maria Scardellato Muli ha deciso di 'toccare con mano' le problematiche quotidiane di coloro che non possono deambulare e che devono recarsi in centro città. Per questo motivo il sindaco ha deciso di spostarsi in autonomia con una carrozzina elettrica che fu del padre e ha così compreso le difficoltà portate dalle barriere architettoniche cittadine. Per questo motivo il sindaco ha deciso che prossimamente dovrà essere un Piano Generale specifico per l'eliminazione delle barriere, opera sicuramente costosa ma altrettanto importante per la cittadinanza tutta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

Torna su
TrevisoToday è in caricamento