Parcheggia nel posto per i disabili con il pass del marito morto 10 anni fa

Nei guai una settantenne di Castelfranco Veneto che, per andare al mercato, usava il posto riservato ai disabili con il pass del marito morto da 10 anni: multata dai vigili

Multa polizia locale (Foto d'archivio)

Il traffico e la folla del mercato settimanale non erano un problema: con il pass del marito morto 10 anni fa lei continuava a parcheggiare in Piazza Giorgione come se nulla fosse, occupando il posto auto di chi ne aveva davvero bisogno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Protagonista della vicenda, riportata da "La Tribuna di Treviso", una signora settantenne sorpresa dalla polizia locale di Castelfranco nel parcheggio per disabili senza averne il permesso. Tutto è iniziato durante il mercato settimanale in Piazza Giorgione quando i vigili, durante un normale controllo, hanno notato che l'auto in sosta nel posto auto riservato ai disabili aveva un tesserino scaduto ormai da alcuni mesi. Insospettiti, gli agenti della polizia locale hanno avviato i controlli sul nome scritto nel tesserino e si sono accorti che l'uomo era morto ormai da 10 anni, marito della signora che aveva parcheggiato l'auto per andare al mercato. L'aspetto preoccupante è che l'auto non era nemmeno intestata alla signora ma a un altro suo parente, il che fa presupporre che il tesserino del defunto sia stato utilizzato moltissime volte prima che i vigili se ne accorgessero. La signora sarà multata con una sanzione che può andare dai 42 ai 173 euro mentre il tesserino irregolare è stato immediatamente sequestrato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento