Contatore bloccato: 150 famiglie restano al buio

Problema illuminazione pubblica nella zona di Parco Ducale a Treviso. Dalla settimana scorsa i residenti si sono ritrovati senza luce nelle strade del quartiere

All'inizio i residenti pensavano si trattasse di un semplice guasto tecnico ma quando hanno visto che dopo alcuni giorni, l'intera lottizzazione continuava a rimanere al buio, hanno capito che il problema era ben più grave del previsto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da quasi una settimana infatti gli abitanti di Parco Ducale, nel quartiere di Santa Maria del Sile a Treviso sono al buio. A riportare la notizia è "Il Gazzettino di Treviso" che spiega come, per un problema tra la società privata che amministra quella lottizzazione (Zemit) e l'Enel, fornitore della corrente, il contatore che dà luce ai lampioni del quartiere sia stato posto a blocco amministrativo. Da diversi giorni quindi le strade di Parco Ducale sono illuminate solo dai fari delle auto. Le 150 famiglie che vivono in zona hanno provato a rivolgersi al Comune per risolvere il problema ma si sono sentiti rispondere che quel quartiere non è di competenza di Ca' Sugana e quindi solo la società Zemit può essere in grado di sbloccare questa complicata situazione. L'assessore Zampese e il consigliere Acampora si sono comunque mobilitati nei giorni scorsi per rispondere alle tante richieste dei residenti. Dopo un intero fine settimana passato al buio, con la paura di rincasare a tarda sera, l'amministrazione ha promesso ai cittadini di intervenire per provare a trovare una soluzione in tempi brevi, riportando il prima possibile la luce nelle strade del quartiere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

  • Grave lutto per tutto il rugby veneto: a soli 55 anni si è spento Aldo Aceto

Torna su
TrevisoToday è in caricamento