Pasticciere trevigiano colpito da un batterio letale: muore a 66 anni

Ricoverato prima a Castelfranco e poi a Treviso si è spento nel giro di pochissimi giorni. Inutile ogni tentativo di cura. Familiari sotto shock. Giovedì pomeriggio i funerali

Franco Camerini (Foto tratta da Facebook)

Sessantasei anni vissuti in salute, nel segno dei suoi più grandi amori: quello per la famiglia in primis seguito dalla passione per i dolci e la pasticceria. Il grande cuore di Franco Camerini ha smesso di battere lunedì 11 febbraio all'ospedale Ca' Foncello di Treviso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A stroncarlo, come racconta "Il Gazzetino di Treviso", è stata un’endocardite batterica che, nel giro di due settimane, non gli ha lasciato alcuna via di scampo. I primi sintomi della malattia si sono presentati alla fine di gennaio: febbre alta, tosse, dissenteria e spossatezza. I familiari, preoccupati, hanno deciso di portarlo in ospedale a Castelfranco Veneto dov'è stato subito ricoverato e curato con antibiotico ma le sue condizioni, invece di migliorare, sono peggiorate sempre di più. A quel punto i medici hanno deciso di trasferirlo d'urgenza a Treviso. Era stata presa in considerazione perfino l'ipotesi di un intervento al cuore ma le condizioni critiche dell'uomo lo hanno portato a spegnersi nel giro di pochissimi giorni. Ad ucciderlo è stato lo stafilococco aureo, un batterio letale resistente a ogni tipo di antibiotico. La vita di Franco Camerini per anni è stata segnata dalla sua passione per i dolci. Aveva iniziato a lavorare a Montebelluna ma la vera svolta era arrivata con l'apertura della sua pasticceria a Selva del Montello insieme alla moglie Giuseppina. Ricette e preparazioni artigianali lo avevano reso celebre e amatissimo in tutta la zona del Montello dove oggi sono in tanti a piangere la sua scomparsa improvvisa. I funerali saranno celebrati giovedì 14 febbraio, alle ore 15.30, nella chiesa di Giavera del Montello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borsa di cibo gettata tra i rifiuti: «Uno spreco che fa rabbia»

  • Schiacciato da un camion in rotonda, ciclista muore a 63 anni

  • Vasto incendio da "Vaka Mora": a fuoco 500 balle di fieno

  • Malattia fulminante spegne la vita della piccola Nicole a soli 12 anni

  • Scompare all'improvviso da casa, il biglietto ai genitori: «Non venitemi a cercare»

  • Nuova ordinanza di Zaia: «Mascherine solo al chiuso o a meno di un metro»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento