Prealpi SanBiagio: diventa operativa la più grande BCC del Triveneto

Il nuovo istituto entra così nella top 5 delle BCC italiane per dimensioni e la prima banca del Gruppo Cassa Centrale per partecipazione azionaria

Diventa operativa Banca Prealpi SanBiagio, l’Istituto di credito cooperativo che ha visto la luce dall’integrazione di Banca Prealpi con Banca San Biagio del Veneto Orientale. A seguito del voto delle Assemblee dei Soci del 18 e 19 maggio scorsi, si è riunito oggi pomeriggio per la prima volta il Consiglio di Amministrazione della nuova Banca: nasce così la più grande BCC del Triveneto.

Due storie secolari, quelle degli Istituti di Tarzo e di Fossalta di Portogruaro, che si sono unite in maniera definitiva nel rispetto delle specifiche tradizioni. Per questo, in occasione della prima riunione, il CdA di Banca Prealpi è stato integrato in modo da risultare rappresentativo di tutte le anime e di tutti i territori di riferimento della nuova Banca. I membri complessivi del nuovo Consiglio di Amministrazione sono 13 e comprendono 3 nuovi Consiglieri indicati dall’Assemblea dei Soci di Banca San Biagio: Luca De Luca, Renato Antonio Segatto e Angelo Faloppa. Inoltre, Luca De Luca è stato nominato Vicepresidente Vicario, affiancando i Vicepresidenti Flavio Salvador e GianPaolo De Luca. Direttore Generale della Banca è Girolamo Da Dalto, Vicedirettore Generale Vicario è Valter Franco, mentre Mario Marcon è Vicedirettore Generale.

«Da oggi, nella nostra nuova casa comune – ha affermato Carlo Antiga, Presidente di Banca Prealpi SanBiagio – diventiamo più forti e più capaci di affrontare nel modo più adeguato le sfide del futuro, pur restando sempre fedeli alla nostra identità. Efficienza, digitalizzazione, maggiore capacità di venire incontro alle istanze del territorio e delle comunità locali, ma anche alle esigenze di nuovi settori di mercato, dai millennials alle startup, realizzando economie di scala e di scopo e liberando risorse per nuovi investimenti e liberalità. Con Banca Prealpi SanBiagio vogliamo creare un modello cooperativo sempre più attrattivo, con un’offerta bancaria più moderna e in linea con le esigenze dei soci attuali e potenziali. Ci aspetta un lavoro difficile ma, sono certo, molto stimolante: a tutto il nuovo CdA faccio il mio più sincero in bocca al lupo».

Luca De Luca, Vicepresidente Vicario di Banca Prealpi SanBiagio, ha commentato: «Oggi iniziamo a scrivere una nuova, importante pagina della nostra storia. Sarà un percorso che faremo assieme, con la capacità di ascolto dei territori e l’attenzione alle persone che ci hanno sempre contraddistinto. Banca Prealpi SanBiagio è il frutto della fiducia che i nostri soci hanno voluto accordare a un progetto tanto solido quanto ambizioso, capace di venire incontro alle esigenze crescenti di un territorio variegato, caratterizzato da una grande vivacità economica. Una fiducia che non abbiamo costruito in un giorno, ma che è il risultato di tradizioni secolari improntate al più autentico spirito cooperativo e mutualistico, e che si ritrovano ora unite da obiettivi comuni e una visione condivisa. A tutti i soci, che in maniera compatta e massiccia hanno supportato questo processo di crescita, va il nostro grazie».

Il nuovo Istituto mostra profili finanziari e patrimoniali solidi e di primario livello. Banca Prealpi SanBiagio può infatti contare su attivi di bilancio pari a 3,7 miliardi di euro e una raccolta globale di 4,56 miliardi di euro. La nuova Banca, che vanta un patrimonio sociale di circa 350 milioni di euro, si presenta sul mercato con un rapporto tra crediti deteriorati (NPL) e impieghi di gran lunga inferiore all’8% (una soglia che il Gruppo Cassa Centrale si è prefissato di raggiungere entro il 2021, e sotto la quale Banca Prealpi SanBiagio si troverà invece fin dalla sua nascita) un TIER-1/CET-1 Ratio del 20,2% e un Texas Ratio pari al 48,6%. Tutti indicatori con valori medi molto elevati che consentono – secondo gli analisti che hanno esaminato la posizione di partenza – di poter contare su basi molto solide sulle quali costruire politiche di espansione ambiziose. Banca Prealpi SanBiagio risulta così nella top 5 delle BCC italiane per dimensioni e la prima banca del Gruppo Cassa Centrale per partecipazione azionaria. Banca Prealpi SanBiagio può contare su una compagine sociale composta da circa 19mila soci e punta a superare i 130mila clienti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il nuovo CdA di Banca Prealpi SanBiagio risulta così composto: Presidente Carlo Antiga; Vice Presidente Luca De Luca; Vicepresidenti Gianpaolo De Luca e Flavio Salvador; Consiglieri Mauro De Lorenzi, Angelo Faloppa, Ennio Gallon, Paolo Introvigne, Leonardo Massaro, Andrea Sammartinaro, Renato Antonio Segatto, Nicola Sergio Stefani, Fausto Zanette; Presidente del Collegio sindacale Remo Spagnol; Sindaci effettivi Piergiorgio Bandolin, Francesca Burubù, Pietro Antonio Cremasco, Francesco Dam; Direttore Generale Girolamo Da Dalto; Vice Direttore Vicario Valter Franco; Vice Direttore Mario Marcon.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borsa di cibo gettata tra i rifiuti: «Uno spreco che fa rabbia»

  • Camion carico di pollame finisce sulla pista ciclopedonale

  • Partita la maxi campagna vaccinale per 15mila ragazzi trevigiani

  • Schiacciato da un camion in rotonda, ciclista muore a 63 anni

  • Vasto incendio all'azienda agricola Vaka Mora: a fuoco 500 balle di fieno

  • Nuova ordinanza di Zaia: «Mascherine solo al chiuso o a meno di un metro»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento