A Oderzo una sfilata con ventitré modelle colpite dal tumore al seno

"La prevenzione va di moda" è questo il titolo dell'evento che si svolgerà al teatro Cristallo il 15 novembre e che vedrà 23 modelle d'eccezione sfilare in passerella

L’associazione Amiche per la pelle onlus ha presentato nelle scorse ore l’evento “La Prevenzione va di moda – Guerriere in passerella”, che si svolgerà a Oderzo giovedì 15 novembre, a partire dalle ore 20.45, presso il Teatro Cristallo.

Si tratta di una sfilata di 23 modelle eccezionali, donne che hanno attraversato o stanno attraversando una grave patologia, prevalentemente il tumore della mammella (ma anche il morbo di Crohn).  Queste donne con la loro presenza vogliono testimoniare quanto sia importante, per la donna colpita da una patologia grave, la possibilità e la volontà di tornare a sentirsi pienamente donna in tutta la propria femminilità. L’iniziativa, che ha lo scopo di raccogliere fondi per i progetti dell’associazione Amiche per la Pelle, grazie alle offerte responsabili che farà il pubblico, nasce da un’idea di Patrizia Azzano, direttrice del Centro Life e di Doris Feltrin dell’atelier Ccn, che hanno poi coinvolto Manuela Tonon come Presidente dell’Associazione Amiche per la Pelle. Il responsabile della comunicazione di Amiche Per la Pelle Andrea Vidotti ha comunicato che l’evento è quasi sold-out, rimangono ancora pochissimi biglietti a disposizione.

«La nostra associazione è costituita soprattutto da donne che hanno provato sulla loro pelle i segni della malattia e delle terapie e che hanno ben chiara l’importanza del sapersi prendere cura di sé e del pieno significato di “essere donna -  ha dichiarato Manuela Tonon - Per questo realizza diversi progetti volti alla prevenzione e all’umanizzazione delle cure per le donne colpite da neoplasia, progetti sostenuti dalle donazioni delle persone e delle aziende nostre partner che sono  supervisionati da specialisti responsabili per gli ambiti medico, scientifico e psicologico. Per noi è molto importante il ruolo del dottor Nicola Balestrieri, responsabile della Breast Unit di Vittorio Veneto e nostro responsabile Medico e Scientifico, che in occasione della serata farà un intervento per spiegare il senso e l’importanza dei nostri progetti  come coadiuvanti dell’attività delle strutture sanitarie della Regione Veneto nei percorsi di diagnosi, terapia e cura del tumore della mammella». «Questa idea nasce nel modo più semplice e spontaneo - ha dichiarato Patrizia Azzano - Io e Doris Feltrin condividiamo lo stesso modo di vedere alcuni aspetti della vita: Entrambe abbiamo un desiderio ossia quello di far stare bene le persone e dare un valore etico al nostro lavoro. L’ultimo servizio di Life inserito riguarda proprio le donne e fa parte di un progetto più ampio che a breve sarà realizzato. Sto parlando dell’ambulatorio di Senologia che è stato attivato grazie alla collaborazione con il dottor Menin e del dottor Balestrieri responsabili della Breast Unit dell’ospedale di Vittorio Veneto. Così da un caffè in una mattina di luglio con Doris, che si occupa di moda, è nata l’idea della sfilata. Da qui Doris ha avuto l’idea di coinvolgere Manuela Tonon dell’associazione Amiche per la Pelle, idea che ho subito appoggiato; così lo scopo dell’iniziativa è diventato duplice: da un lato esprimere in modo originale l’importanza della prevenzione per una salvaguardia della salute e del benessere proprio e della famiglia, e dall’altro evidenziare che nel caso di una malattia oggi non si è soli anche grazie alle attività di associazioni come questa che si occupano degli aspetti “soft”, psicologici,  ma che per una persona malata non assolutamente meno importanti di quelli fisici. Vogliamo che sia una serata di allegria, un modo diverso di parlare di malattia e di guarigione, come dimostrano le nostre donne eccezionali che sfileranno».

Commenta Doris Feltrin: «Questo evento ci dà l’opportunità di mostrare il nostro saper fare e la nostra mission ha un duplice messaggio: la bellezza non ha età, la prevenzione non ha età. Da qui l’idea di far sfilare donne che con la malattia hanno dovuto confrontarsi e combattere, donne guerriere, modelle speciali. I modelli previsti erano 20 per questo si è organizzato il casting. Hanno risposto numerose ed entusiaste, è stata una giornata che ci ha molto provato. Ci hanno raccontato le loro storie, abbiamo visto qualche lacrima ma soprattutto grandi sorrisi, occhi lucidi di dolore ma anche tanta fiducia, una carica di entusiasmo e positività e tanta autoironia che alla fine io e Sonia ci siamo guardate e ci siamo dette: e ora come si fa a scegliere?» «E quindi le abbiamo scelte tutte - ha dichiarato Sonia Zanutto, Qualcuna poi per svariati motivi e con dispiacere ha dovuto rinunciare, alla fine le modelle sono 23. Due di loro vengono appositamente da Bergamo e da Andria. Questa per me non è una sfilata è una sfida. Non potevamo scegliere tra queste donne delle modelle perché non avevamo parametri di taglia e di statura, non cercavamo un corpo a cui far indossare un abito ma cercavamo una donna che si sentisse speciale con il nostro abito. Facendo abiti su misura sono abituata ad ascoltare le mie clienti per capire la loro personalità e i loro bisogni. Quando abbiamo iniziato ad ascoltare le loro storie mi sono davvero commossa». La presentatrice della serata  sarà Adriana Riccio, ex atleta nazionale di Taekwondo, che ha vinto il bronzo ai mondiali del 2013 e che da un anno fa parte di Amiche per la Pelle. L'appuntamento è per il 15 novembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

  • Aneurisma fatale, muore dopo due mesi in ospedale: era appena diventato papà

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento