Al liceo Berto un corso per studenti dedicato all'affettività

Si chiamerà "Senti dove ti porta il cuore", è arrivato alla quarta edizione e sarà finanziato dal Comune. Identità e differenza di genere saranno i temi trattati durante il progetto

Fornire ai ragazzi, nella fase adolescenziale, strumenti idonei per conoscere meglio sé stessi, le proprie emozioni, le reazioni che talvolta possono essere anche violente, per imparare a gestirle, supportando nel contempo i genitori nella loro delicata funzione educativa.

E’ questo lo scopo del nuovo progetto del liceo Berto, parte integrante del Piano di offerta formativa, che l’amministrazione comunale di Mogliano Veneto ha deciso di patrocinare e sostenere nell’ambito di una proficua collaborazione con l’istituto che ne aveva fatto richiesta. «Educare i giovani all’affettività e alle differenze di genere è uno degli obiettivi principali della famiglia, della società e naturalmente delle istituzioni scolastiche. Purtroppo la cronaca ci riporta troppo spesso le conseguenze deviate della violenza che si vive nelle relazioni uomo-donna, spessissimo all’interno della famiglia. Le parole di condanna non bastano e serve un cambio di passo a livello culturale, partendo proprio dai giovani. E’ per questo motivo che abbiamo deciso di sostenere con convinzione questo progetto del Liceo Berto che va proprio in questa direzione», commentano il sindaco Carola Arena, e l’assessore alle politiche educative Daniele Ceschin.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il progetto, denominato “Affettività: ascolta come mi batte forte il tuo cuore” IV edizione, ha per tema l’identità e la differenza di genere, ed è rivolto agli studenti delle classi seconde del corso di studi “Scienze Umane” e ai loro genitori nel corrente anno scolastico. Ha come finalità l’educazione ai sentimenti, all’affettività e alla sessualità, al rispetto e alla non violenza, e prevede anche interventi di esperti esterni alla scuola, quali una psicologa ed un ginecologo. Giunto alla quarta edizione, nelle precedenti ha registrato una massiccia e attenta partecipazione di studenti e genitori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

Torna su
TrevisoToday è in caricamento