Bidoni dei rifiuti esposti "fuori orario": partono le sanzioni

Savno, di comune accordo con l'amministrazione comunale, ha provveduto a lasciare avvisi scritti con i quali si invitava il singolo utente ad esporre in modo ordinato i bidoni e a ritirarli dopo la raccolta

ODERZO Da circa tre mesi è iniziata la raccolta dei rifiuti con il sistema porta a porta spinto nel comune di Oderzo. Il regolamento Savno, uguale per tutti i Comuni, prevede che i bidoni vengano esposti sul suolo pubblico la sera prima della raccolta o al mattino stesso entro le ore 6.00 e che vengano ritirati tassativamente entro la giornata della raccolta, al fine di garantire il decoro urbano.  In alcuni casi, tuttavia, è stato constatato che i bidoni vengono lasciati esposti sul suolo pubblico per molti giorni.

Savno e il Comune di Oderzo avevano concordato un primo periodo di tolleranza per consentire alla cittadinanza di abituarsi al nuovo sistema di raccolta e quindi fino ad ora sono state applicate sanzioni solo per l’abbandono di rifiuti ma non è stata applicata alcuna sanzione per il mancato ritiro dei bidoni dalla strada dopo lo svuotamento. Savno ha provveduto a lasciare avvisi scritti con i quali si invitava il singolo utente ad esporre in modo ordinato i bidoni e a ritirarli dopo la raccolta.

Ora l’amministrazione comunale di Oderzo avvisa i cittadini che, a partire dal prossimo mese, quando verranno riscontrate delle irregolarità, dopo il primo richiamo, nel caso in cui l'utente persistesse nel lasciare i bidoni esposti per giorni, Savno procederà alla notifica delle sanzioni previste dal regolamento. Il sindaco di Oderzo, Maria Scardellato ci tiene a precisare: “Ora è necessario procedere a sanzionare perché il comportamento scorretto di pochi non rovini lo sforzo di molti. Sono infatti davvero orgogliosa del senso civico della quasi totalità dei nostri concittadini. Infatti, percorrendo le strade di sera, in centro e periferia, mi ha piacevolmente colpito vedere i bidoni così perfettamente ordinati e allineati, segno di grande responsabilità e civiltà degli opitergini. Ringrazio anche quegli operatori di Savno che dopo lo svuotamento ripongono i bidoni con altrettanta cura".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento