Raduno Alpino Triveneto: ecco i numeri della kermesse andata in scena a Vittorio Veneto

L’impegno della sezione vittoriese è stato superato a pieni voti. Tutto è andato per il meglio, con estrema soddisfazione di tutti. Anche sui numeri l’obiettivo è stato ampiamente superato. Apprezzato particolarmente il servizio di bus navetta organizzato dalla Mom

VITTORIO VENETO Si sono riunite giovedì sera, per un primo bilancio del Raduno Triveneto degli Alpini, tutte le componenti che hanno contribuito a realizzare l’evento organizzato dalla Sezione Ana di Vittorio Veneto. Presenti il vice sindaco Alessandro Turchetto, l’assessore Barbara De Nardi, la dirigente Wanda Antoniazzi e il comandante della Polizia Locale Ezio Camerin per il Comune, il Comitato organizzatore al completo, i capigruppo della Sezione, i responsabili dei gruppi di lavoro, consiglio direttivo, con rappresentanti di Protezione Civile dell’Ana e della Mom.

L’organizzazione del Raduno del 3. Raggruppamento ha richiesto per il Coat, il comitato organizzatore coordinato dal presidente Francesco Introvigne e dai vice presidenti sezionali Larry Zago (logistica), Andrea Pagotto (segreteria organizzativa), Maurizio Casetta (spettacoli, eventi), e dal vice presidente esecutivo del Coat Roldano De Biasi (sicurezza mobilità, comunicazione) un impegno notevole. Oltre a ringraziare tutti per la collaborazione e l’impegno prestato, per il presidente Francesco Introvigne è stato il momento di tirare le somme e far capire cosa è stato smosso in una città come Vittorio Veneto nei tre giorni del Raduno, ma anche nei precedenti, non abituata certamente ad eventi del genere. Un plauso per il grande risultato ottenuto è arrivato anche dal consigliere nazionale Renato Genovese, responsabile delle Adunate Nazionali dell’Ana e quindi la persona forse più indicata a giudicare il lavoro fatto. L’impegno della sezione vittoriese è stato superato a pieni voti. Tutto è andato per il meglio, con estrema soddisfazione di tutti. Anche sui numeri l’obiettivo è stato ampiamente superato. Apprezzato particolarmente il servizio di bus navetta organizzato dalla Mom da e per la zona industriale.

Volontari impegnati della sezione: 320

Gruppi alpini coinvolti: 19

Volontari di Protezione civile: 130

Associazioni cittadine collaboranti: 5 con 40 persone per accoglienza

Mezzi per piano sicurezza: 63 per i blocchi stradali

Parcheggi auto: 4.250 compresa zona industriale

Pullman arrivati: 300 circa per 15.000 persone

Bus navetta: 6 per domenica a servizio continuato da

Sorveglianza notturna: Gruppo Alpini Cison con 10 persone

Sorveglianza palestre-oratori: Gruppo Alpini Fregona e Montaner

Sala Operativa SOA: 40 (Polizia, Carabinieri, GdF, VdF, P.C. ecc.)

Interventi di Pronto Soccorso: 1 Venerdì, 2 sabato, 37 domenica con tre persone ospedalizzate)

Presenze: 160 mila complessivamente in 3 giorni, oltre 70 mila solo per la sfilata di domenica             

Eventi preparatori al Raduno: 18 a partire da settembre 2017 e comprendenti la grande esercitazione Triveneta della Protezione Civile che ha richiamato altre 3.000 persone in tre giorni nel mese di aprile.

Ore impiegate dalla Polizia Locale: 1.500, di cui 1.150 negli ultimi 10 giorni

Personale di P.L. impiegato nei tre giorni: 68 uomini, 54 di Vittorio Veneto, 14 di altre amministrazioni, oltre a 4 amministrativi.

Ore dedicate al Raduno da uffici comunali: 1.500 più le normali manutenzioni

Testate Radio-Tv-Online: 8

Testate giornalistiche locali: 7

Testate giornalistiche sezionali: 7

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si risveglia dal coma e urla il nome della fidanzata morta

  • Pressione sanguigna: come monitorarla a casa

  • Una folla per l'addio a Giulia, due famiglie unite nel dolore

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

Torna su
TrevisoToday è in caricamento