Referendum contro i pesticidi, il voto slitta di un anno

La votazione prevista per il 24 novembre a Conegliano è stata cancellata in attesa di un parere super partes del ministero dell’Interno per valutare la legittimità del quesito

Protesta pesticidi (Foto d'archivio)

Il referendum contro l'uso dei pesticidi in agricoltura previsto per domenica 24 novembre a Conegliano è stato momentaneamente cancellato. Il Comune vuole vederci chiaro sugli eventuali profili di illegittimità di un regolamento approvato sulla base della eventuale vittoria del Sì.

Come riportato da "Il Gazzettino di Treviso", i problemi sono emersi dopo che le associazioni agricole della zona e il Consorzio di tutela del Conegliano Valdobbiadene Docg hanno presentato un parere legale sull'illegittimità del quesito referendario. L’iter per la votazione era ormai arrivato alla conclusione, il Comune aveva approvato la variazione di bilancio che stanziava i soldi per fare la consultazione (circa 80mila euro) e i comitati "No pesticidi" avevano annunciato proprio nei giorni scorsi la data ufficiale della votazione. Il Collegio dei Garanti ha però bloccato tutta la procedura dichiarando di non essere in grado di esprimersi su eventuali futuri profili di illegittimità del provvedimento che vieterà l’uso dei pesticidi. Il Comune di Conegliano sta valutando l'ipotesi di presentare il quesito anche al Ministero dell'Interno che, da organo super partes potrebbe valutare nel migliore dei modi la legittimità del quesito. In attesa della decisione però, la data del referendum verrà posticipata di almeno un anno. Una decisione che, per il momento, ha messo sul piede di guerra i comitati promotori che pensavano già di andare alle urne tra poche settimane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

Torna su
TrevisoToday è in caricamento