Residenza San Giuseppe: i familiari degli ospiti della casa di riposo danno giudizio positivo

«Possiamo dirci soddisfatti di questi primi risultati ma non intendiamo certo dormire sugli allori» commenta Valentino Bortolussi, amministratore delegato di “Sereni Orizzonti”

Ottime notizie sul fronte del customer care per la Residenza per anziani “San Giuseppe” di Follina, gestita dal gruppo “Sereni Orizzonti”. Sono infatti largamente positivi i riscontri ottenuti dall’équipe di infermiere che dallo scorso marzo telefonano, uno per uno, ai familiari o amministratori di sostegno di tutti gli ospiti allo scopo di verificare il loro livello di soddisfazione e registrare eventuali criticità.

Il sistema adottato è rigoroso, nell’interesse stesso dell’azienda: un programma interno di help desk registra ogni singola telefonata (ticket) e classifica la risposta ottenuta per codice verde (nessun problema), giallo o rosso. L'eventuale lamentela viene inoltrata al responsabile regionale e al dirigente d'area che si attivano per affrontare e risolvere il problema entro 3 giorni (codice rosso) o 7 giorni (codice giallo). Trascorsa una settimana dalla segnalazione, il famigliare o amministratore di sostegno dell'ospite viene ricontattato per verificare l'avvenuta risoluzione del caso. Per quanto riguarda la Residenza “San Giuseppe” di Follina, nel periodo 20 marzo–10 maggio sono stati raggiunti i familiari di 53 ospiti su 68 posti letti attualmente occupati nella struttura (78% del totale).

Al termine di questa prima rilevazione sono stati registrati 47 codici verdi (88,7%), nessun codice giallo e un codice rosso (1,9%). Altri 5 familiari o amministratori di sostegno (9,4%) non hanno invece voluto rilasciare dichiarazioni. Va precisato che tra i codici verdi compaiono 8 segnalazioni (15,1%) di quanti si dichiarano soddisfatti del servizio erogato ma al tempo stesso avanzano suggerimenti per un suo miglioramento. Il codice rosso era relativo alla qualità dell’assistenza ed è stato risolto a seguito delle necessarie verifiche. «Possiamo dirci soddisfatti di questi primi risultati ma non intendiamo certo dormire sugli allori» commenta Valentino Bortolussi, amministratore delegato di “Sereni Orizzonti”. «Ogni singola osservazione o critica è per noi preziosa perché riguarda una persona affidata alle nostre cure e non può non spronarci a migliorare ulteriormente la qualità del nostro servizio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

Torna su
TrevisoToday è in caricamento