Pedemontana: i lavori sulla superstrada ripartono da Bosco della Speranza

Dopo i sei mesi di stop imposti dal tribunale di Treviso, la revoca del decreto giudiziario ha permesso nelle scorse ore la riapertura del cantiere nel Comune di Altivole

Il cantiere della Pedemontana (Foto d'archivio)

Riprendono i lavori della Superstrada Pedemontana Veneta sul lotto 3, tratta b, in corrispondenza del "Bosco della Speranza". È stato, infatti, revocato, dal Tribunale di Treviso, in sede di sentenza definitiva, il decreto emesso dal medesimo tribunale in data 6 dicembre 2018, di accoglimento dell'istanza di sospensiva avanzata da Giuseppe Piccolotto. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Superstrada Pedemontana Veneta S.p.a. ed il subappaltatore Costruzioni Generali Santangelo S.r.l. hanno disposto l’immediata ripresa dei lavori nelle aree suddette del Comune di Altivole. Giuseppe Piccolotto è stato condannato alla rifusione, in favore di Superstrada Pedemontana Veneta S.p.a., delle spese del procedimento. Il Concessionario, insieme alla Struttura di Progetto Superstrada Pedemontana Veneta sta ora valutando come recuperare i sei mesi di stallo imposto a causa dell'azione giudiziaria proposta dal privato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bar presi d'assalto, Zaia furioso: «Se continua così chiudo tutto»

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Malore fatale, il titolare della pizzeria "Da Max" muore a 52 anni

  • Tragico schianto contro un'auto, muore motociclista 61enne

  • Madre di un figlio di 11 anni muore dopo una lunga malattia

  • Il direttore generale della Uls 2: «E' una tragedia, così riparte l'infezione e non sarà mai finita»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento