Filosofia in chiave di violino, "Il Simposio di Platone"

Venerdì 30 agosto presso la storica villa Albrizzi Marini a San Zenone degli Ezzelini

villa Albrizzi Marini

Si chiama “Filosofia in chiave di violino” la nuova iniziativa proposta da La chiave di Sophia per l’estate 2019 e porta in scena un grande classico della filosofia: il “Simposio” di Platone. L’appuntamento è fissato per venerdì 30 agosto alle ore 21 presso il giardino di Villa Albrizzi Marini di San Zenone degli Ezzelini per una notte di musica e poesia sotto le stelle.

Come spesso succedeva nel mondo antico, Socrate si trova in un simposio con degli amici e davanti a calici di vino si perdono a parlare di Eros, Amore. Ogni ospite descrive la propria idea sul tema, guidato nell’argomentazione da Socrate. Questo il setting del “Simposio”, pietra miliare di tutta la filosofia occidentale dedicata all’amore, che si mostra eterno “mentre tutte le altre cose belle partecipano”. Le letture di brani selezionati del dialogo platonico sono affidate ad Anna Branciforti, attrice e lettrice, e Fabio Dalla Zuanna, lettore e doppiatore, con il commento di Elena Casagrande, direttrice editoriale della rivista La chiave di Sophia. Ad animare le letture con interventi musicali scelti ad hoc ci saranno il Duo arpa&violino formato da Assuera De Vido, violinista, e Giada dal Cin, arpista.

«L’idea è sempre quella di portare la filosofia al grande pubblico attraverso la chiave del quotidiano -spiega Elena Casagrande- Quello dell’amore è uno dei temi umani più universali e noi vogliamo raccontare la prospettiva di Platone con uno spettacolo vero e proprio, che metta in scena la Filosofia, la lettura e la musica. Sarà una bella serata sotto le stelle, da godere fino all’ultima nota».

Lo spettacolo sarà accolto nella vivace cornice di Villa Albrizzi Marini degli Armeni e del suo giardino, luogo d'incontro e di sperimentazione socio-culturale. Uno spazio suggestivo che attraversa cinquecento anni di storia e si presenta oggi al grande pubblico con arte, musica ed eventi quasi all'ordine del giorno. In linea con il suo spirito sperimentatore, il bar della Villa ha pensato di accompagnare il tema amoroso della serata ideando un cocktail ad hoc: “Eros 2.0”, rigorosamente di colore rosso, per vivere l'evento deliziando anche il palato. Accomodati sulle famose sedie a sdraio della villa nella cornice verdeggiante del suo giardino, gli ospiti potranno godere di una serata del tutto alternativa e pensata per essere goduta a 360°, attraverso tutti i sensi. L’evento prevede un ingresso a offerta responsabile ed è caldamente consigliata la prenotazione del proprio posto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è la prima vittima a Treviso: è una donna di 75 anni

  • Lascia un biglietto d'addio poi si toglie la vita a soli 39 anni

  • Malore fatale al lavoro: padre di due bambini muore a 31 anni

  • Trovata morta nella culla a soli 5 mesi: addio alla piccola Azzurra

  • Operaio con febbre alta: «Ero a Vo'». Dipendenti tutti a casa alla "Breton"

  • Coronavirus a Treviso, 12 persone positive al tampone: scatta l'isolamento

Torna su
TrevisoToday è in caricamento