Preside chiude la scuola, sindaco su tutte le furie: «La denuncio»

Bufera alle elementari di Campigo, nel Comune di Castelfranco Veneto. La dirigente aveva annunciato la chiusura dell'edificio per rischio crollo del controsoffitto. Falso allarme

In foto: le scuole elementari di Campigo (Immagine tratta dal sito dell'istituto)

Lunedì mattina gli studenti delle scuole elementari di Campigo sono entrati normalmente in classe per seguire le lezioni di inizio settimana ma, nel weekend appena trascorso, l'istituto scolastico è stato al centro di un botta e risposta al veleno tra la preside della scuola primaria e il sindaco di Castelfranco Veneto, Stefano Marcon.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come riportato da "Il Gazzettino di Treviso" infatti, la dirigente scolastica preoccupata per lo stato dei controsoffitti dell'edificio, aveva diramato una circolare in cui annunciava la chiusura dell'istituto per la giornata di lunedì 15 aprile. Non appena il sindaco di Castelfranco è venuto a conoscenza dell'accaduto, ha inviato nel pomeriggio di sabato i tecnici del Comune a compiere un sopralluogo nella scuola chiedendo anche alla preside di essere presente sul posto. A detta del sindaco, però, la dirigente non ha preso parte al sopralluogo. Dai controlli tecnici il controsoffitto non ha evidenziato particolari problemi. Per pura precauzione è stata installata una rete di sicurezza per scongiurare il rischio di possibili crolli ma la notizia che la scuola sarebbe rimasta chiusa per questo problema ha fatto infuriare il sindaco non appena verificato che non vi era nessun pericolo per l'incolumità degli studenti. Alle 19 di domenica 14 aprile una nuova circolare ha annunciato la ripresa regolare delle lezioni ma per il sindaco Marcon la vicenda non finisce qui: «A mio parere questo è un procurato allarme - ha dichiarato - Verosimilmente faremo una segnalazione alla Procura perché pericoli imminenti non ce n’erano neanche nelle relazioni dell’Rspp e la preside ha creato un allarmismo inutile».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borsa di cibo gettata tra i rifiuti: «Uno spreco che fa rabbia»

  • Schiacciato da un camion in rotonda, ciclista muore a 63 anni

  • Vasto incendio da "Vaka Mora": a fuoco 500 balle di fieno

  • Malattia fulminante spegne la vita della piccola Nicole a soli 12 anni

  • Scompare all'improvviso da casa, il biglietto ai genitori: «Non venitemi a cercare»

  • Nuova ordinanza di Zaia: «Mascherine solo al chiuso o a meno di un metro»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento