Venditori abusivi di zucchero filato sorpresi in centro: multa da 6mila euro

Primo bilancio della polizia locale trevigiana dopo la grande festa del Carnevale. Intensificati i controlli in centro: sequestrati due banchetti installati da rivenditori non autorizzati

Pochi giorni dopo la chiusura del Carnevale di Treviso, la polizia locale ha voluto tracciare un bilancio della manifestazione che si è svolta senza problemi o criticità. Sono stati intensificati, soprattutto nella giornata di martedì 5 marzo, i servizi in borghese sia per la prevenzione dei reati sia per il controllo dei banchetti abusivi di dolciumi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli agenti in borghese della polizia annonaria hanno individuato due rivenditori non autorizzati. «Si è trattato - precisa il comandante della polizia locale Andrea Gallo - di due venditori di zucchero filato e dolci che avevano tranquillamente installato i loro tavoli nella speranza che la ressa delle persone potesse evitare i controlli». Così non è stato perché un intero banchetto con dolciumi e attrezzatura per lo zucchero filato è stato messo sotto sequestro per mancanza assoluta di autorizzazione mentre il secondo, pur in possesso di autorizzazione, stava operando in una zona vietata vale a dire sopra le mura storiche all'altezza dei bastioni San Marco. Alla fine sono state elevate sanzioni per circa seimila euro. L'operazione - evidenzia il comandante Gallo - dettata dal rispetto delle normative sul commercio e sulle prescrizioni sanitarie, è stata molto apprezzata da tutti quegli ambulanti e rivenditori regolari che rispettano ogni norma». «Ringrazio la polizia locale per i controlli effettuati - le parole del sindaco di Treviso, Mario Conte - Il Carnevale è stato un evento da record per tutta la città di Treviso, che ha visto numerose forze in campo per la buona riuscita delle manifestazioni e delle sfilate. A quanto pare, alcuni individui pensavano di poter sfruttare la ressa per la grande quantità di persone giunte in città per vendere abusivamente: i nostri vigili hanno dimostrato ancora una volta grande attenzione e professionalità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento