Venditori abusivi di zucchero filato sorpresi in centro: multa da 6mila euro

Primo bilancio della polizia locale trevigiana dopo la grande festa del Carnevale. Intensificati i controlli in centro: sequestrati due banchetti installati da rivenditori non autorizzati

Pochi giorni dopo la chiusura del Carnevale di Treviso, la polizia locale ha voluto tracciare un bilancio della manifestazione che si è svolta senza problemi o criticità. Sono stati intensificati, soprattutto nella giornata di martedì 5 marzo, i servizi in borghese sia per la prevenzione dei reati sia per il controllo dei banchetti abusivi di dolciumi.

Gli agenti in borghese della polizia annonaria hanno individuato due rivenditori non autorizzati. «Si è trattato - precisa il comandante della polizia locale Andrea Gallo - di due venditori di zucchero filato e dolci che avevano tranquillamente installato i loro tavoli nella speranza che la ressa delle persone potesse evitare i controlli». Così non è stato perché un intero banchetto con dolciumi e attrezzatura per lo zucchero filato è stato messo sotto sequestro per mancanza assoluta di autorizzazione mentre il secondo, pur in possesso di autorizzazione, stava operando in una zona vietata vale a dire sopra le mura storiche all'altezza dei bastioni San Marco. Alla fine sono state elevate sanzioni per circa seimila euro. L'operazione - evidenzia il comandante Gallo - dettata dal rispetto delle normative sul commercio e sulle prescrizioni sanitarie, è stata molto apprezzata da tutti quegli ambulanti e rivenditori regolari che rispettano ogni norma». «Ringrazio la polizia locale per i controlli effettuati - le parole del sindaco di Treviso, Mario Conte - Il Carnevale è stato un evento da record per tutta la città di Treviso, che ha visto numerose forze in campo per la buona riuscita delle manifestazioni e delle sfilate. A quanto pare, alcuni individui pensavano di poter sfruttare la ressa per la grande quantità di persone giunte in città per vendere abusivamente: i nostri vigili hanno dimostrato ancora una volta grande attenzione e professionalità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento