San Pietro di Feletto ha la concentrazione di sportivi più alta di tutta la Marca

L'indagine è stata condotta alla vigilia della prima edizione della “Serata dello Sport” che, venerdì 16 novembre premierà una trentina di campioni residenti nel Comune

Foto tratta da Google Immagini

San Pietro di Feletto, un paese di poco più di cinquemila anime, ha il più alto tasso di campioni sportivi dell’intera provincia di Treviso, e forse anche dell’intero Veneto e dell’Italia.

Questa scoperta è stata fatta dal sindaco Loris Dalto, all’indomani della premiazione “Comunità Europea dello Sport 2018” da parte di Aces Europe (Federazione delle Capitali e delle Città Europee dello Sport). Un riconoscimento che ha premiato il progetto "Il piacere dello sport nelle terre del Prosecco" presentato da 39 Comuni, tra cui anche San Pietro di Feletto. L’investitura ufficiale della Comunità Europea dello Sport 2018 di Terre del Prosecco avvenne il 30 ottobre 2017 nel Salone d'Onore del Coni a Roma; in quell’occasione i rappresentanti dei 39 Comuni della provincia di Treviso e di Pordenone ricevettero la ciotola per la benemerenza dello sport europeo. A seguito di quest’esperienza, gli amministratori di San Pietro decisero di avviare un’indagine nel proprio Comune per capire quanti cittadini praticassero spot a livello sia agonistico che non agonistico. Ne è emerso un quadro per certi versi sorprendente. L’indagine ha rilevato che sono tantissimi i residenti nelle diverse frazioni di cui è composto il Comune ma soprattutto che, tra questi, c’erano molti sportivi che avevano ricevuto riconoscimenti di carattere regionale, nazionale e addirittura internazionale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«È stata davvero una scoperta singolare – racconta il sindaco Loris Dalto – non ci aspettavano in un territorio così piccolo un così alto concentrato di campioni sportivi. Abbiamo così deciso di valorizzare questa nostra eccellenza, premiando chi in questi anni si è distinto nelle più diverse discipline sportive». È nata così la Serata dello Sport 2018, che si terrà venerdì 16 novembre, alle ore 20.30, presso la struttura polifunzionale di Rua di Feletto (in via della Libertà 26). Testimonial dell’evento sarà il ciclista Franco Pellizoti e una rappresentanza delle pallavoliste dell'Imoco Volley. «Lo sport agonistico e non agonistico sono fondamentali per il benessere psicofisico della persona – afferma il consigliere delegato allo Sport Luigino Sartor -. Il riconoscimento europeo valorizza gli investimenti in strutture e progettualità fatti dai nostri Comuni e un tessuto ricchissimo di società sportive che avviano i giovani allo sport. Il merito va a chi si impegna in discipline spesso faticosissime e ottiene risultati di rilievo. Il premio che l’Amministrazione consegnerà agli sportivi è un invito a continuare a credere e a investire nello sport che hanno scelto». A ricevere il riconoscimento saranno una trentina di campioni delle più svariate discipline: dal judo al ciclismo, dal triathlon alla mountain bike, dal cross country rally al volley, dalla carabina sportiva allo sci, dalla corsa campestre alla pesca sportiva. Alcuni saranno premi alla carriera, altri riconoscimenti per risultati sportivi di eccellenza ottenuti negli ultimi due anni. E non mancheranno alcune sorprese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borsa di cibo gettata tra i rifiuti: «Uno spreco che fa rabbia»

  • Schiacciato da un camion in rotonda, ciclista muore a 63 anni

  • Vasto incendio da "Vaka Mora": a fuoco 500 balle di fieno

  • Malattia fulminante spegne la vita della piccola Nicole a soli 12 anni

  • Scompare all'improvviso da casa, il biglietto ai genitori: «Non venitemi a cercare»

  • Nuova ordinanza di Zaia: «Mascherine solo al chiuso o a meno di un metro»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento