Cimitero di Silea nel degrado, opposizioni all'attacco del sindaco Cendron

Discariche a cielo aperto e verde pubblico privo di manutenzione. La Lega: «Non si capiscono le motivazioni di una gestione appaltata ad una ditta proveniente da fuori regione»

"Discariche a cielo aperto e verde pubblico privo di manutenzione nonché arbusti e ampia vegetazione sulle tombe". Una situazione di degrado quella in cui versa il cimitero di Silea: per questo motivo le opposizioni in consiglio comunale sono andate all'attacco del sindaco, Rossella Cendron.

«A fronte di un bilancio del Comune di oltre 7 milioni di euro -scrivono in una nota il capogruppo Daniele Frezza e i consiglieri Andrea Cogo e Moreno Vanzin- che verrà discusso domani in consiglio comumnale, non si capiscono le motivazioni di una gestione appaltata ad una ditta proveniente da fuori regione. E' di obbligo del sindaco e della giunta nonché dell’apparato comunale di vigilare sull’efficienza degli appalti assegnati. I consiglieri comunali chiederanno spiegazioni su quali sono gli obblighi della ditta appaltatrice e delle verifiche effettuate, delle penali previste ed in caso di inadempienze del contratto la possibile revoca dello stesso, a detta dei sottoscritti consiglieri comunali di opposizione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

  • Aneurisma fatale, muore dopo due mesi in ospedale: era appena diventato papà

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento