Motta di Livenza: sindaco, assessori e consiglieri diventano donatori Avis

Bellissimo gesto da parte delle istituzioni cittadine che hanno deciso di scendere in campo personalmente per aiutare l'Avis nella raccolta di sangue. Sabato l'esame di idoneità

Foto d'archivio

MOTTA DI LIVENZA Il sindaco Alessandro Righi, due assessori, cinque consiglieri comunali e il presidente della Pro loco di Motta di Livenza hanno deciso di diventare donatori di sangue e iscriversi all’Avis comunale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli amministratori si presenteranno sabato prossimo, alle 8 del mattino, all'articolazione organizzativa presso il distretto sanitario di Motta di Livenza per l’esame di idoneità. Scelta e decisione non sono un caso. Il giorno dopo, domenica 23 settembre, l’Avis comunale di Motta di Livenza compie 60 anni. "Un gesto di grande sensibilità e di esempio per l’intera comunità - spiega Rinaldo Polesello, presidente dell’Avis mottense -. Se dona l’amministrazione perché non possono donare i suoi cittadini? E’ questo il messaggio che va raccolto". Un appello sostenuto anche da Vanda Pradal, alla guida dell’Avis provinciale della Marca Trevigiana. "Questo segnale va raccolto anche dalle altre Amministrazioni trevigiane - aggiunge -. E’ un sostegno non solo per i nostri donatori di sangue, ma un invito per chi non lo è e può diventarlo. Solo attraverso una donazione periodica potremmo garantire l’autosufficienza ai nostri malati, di cui mai dobbiamo dimenticare". La Comunale Avis di Motta di Livenza in 60 anni di attività è riuscita ad accogliere quasi duemila donatori di sangue. "Oggi i soci attivi sono 408  - spiega il presidente Polesello -. Abbiamo bisogno di nuovi soci e soprattutto di giovani". Il programma delle celebrazioni del sessantesimo anniversario di fondazione dell’Avis mottense prevede alle 9 di domenica 23 settembre l’inaugurazione del monumento al donatore in Borgo Aleandro. Si proseguirà alle 9.30 con una Santa Messa nel Duomo della cittadina e subito dopo nelle sale del Patronato alla premiazione di 280 donatori di sangue.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento