Processione Eucaristica a Soligo: all'uscita dalla chiesa compare una bellissima infiorata

I giovani della comunità hanno voluto riprendere una tradizione di più di 50 anni fa quando le suore dell'ospedale Bon Bozzolla erano solite decorare con un tappeto di segatura colorata il pezzo di via San Gallo che va dalla sede degli Alpini al vecchio ingresso dell'ospedale

FARRA DI SOLIGO Nella giornata di domenica, in occasione della Solennità del Corpus Domini e al termine della Processione Eucaristica della mattina, partita dal centro parrocchiale e diretta alla chiesa, i partecipanti, arrivati in via Chiesa da via Chiesuola, hanno trovato un'inaspettata e molto gradita sorpresa: il manto stradale era decorato con disegni interamente realizzati con petali di fiori. Una piccola "infiorata", i cui quadri floreali rappresentavano i simboli eucaristici più importanti: l'ostia, il calice, il pane ed i pesci, ma anche la croce ed il cuore di Gesù Misericordioso. Infine, all'entrata della chiesa, a rafforzare la simbologia eucaristica del pane e del vino, erano state poste delle spighe e delle viti.

I giovani della comunità di Soligo hanno voluto riprendere una tradizione di più di 50 anni fa: le suore dell'ospedale Bon Bozzolla, infatti, per la processione del Corpus Domini, erano solite decorare con un tappeto di segatura colorata il pezzo di via San Gallo che va dalla sede degli Alpini al vecchio ingresso dell'ospedale. I partecipanti, entusiasti, hanno molto apprezzato la sorpresa, che la splendida giornata ha reso ancora più piacevole, ed alcuni hanno ricordato con gioia la vecchia tradizione. "Sicuramente è stata un'iniziativa lodevole e ci auspichiamo che possa proseguire, con l'aiuto di tutti, sia per la raccolta dei petali sia per la realizzazione dei quadri floreali - fanno sapere dalla parrocchia - I giovani organizzatori desiderano invece ringraziare l'amministrazione comunale che ha concesso loro di chiudere il pezzetto di strada dove hanno allestito l'infiorata, per dar loro modo di preparare tutto in sicurezza, e don Brunone, per aver dato loro fiducia nell'accogliere la loro proposta".

Potrebbe interessarti

  • Malattia incurabile: direttore dell'Interspar perde la vita a 41 anni

  • Trascinate dalla corrente: due sorelle rischiano di annegare nel Piave

  • Cane abbandonato sotto il ponte di Segusino: trovato il proprietario

  • Infarto fatale, panettiere stroncato a soli 48 anni

I più letti della settimana

  • Schianto fatale tra moto e camion: muore un centauro di 27 anni

  • Malattia incurabile: direttore dell'Interspar perde la vita a 41 anni

  • Gita in pedalò, entra in acqua e non riemerge: disperso un 23enne

  • Jesolo: trovato senza vita il ragazzo disperso in mare

  • Esce a tagliare l'erba: operaio del Comune trovato morto in strada

  • Trascinate dalla corrente: due sorelle rischiano di annegare nel Piave

Torna su
TrevisoToday è in caricamento