Crisi Stefanel, ok al concordato: nominati i commissari

Il Tribunale di Treviso ha accettato la domanda e dato tempo all'azienda fino al 15 aprile 2019 per presentare una proposta definitiva per risanarne la situazione finanziaria

Il Tribunale di Treviso ha accettato la domanda di concordato e dato tempo a Stefanel fino al 15 aprile 2019 per presentare una proposta definitiva di concordato preventivo o di una domanda di omologa di accordo di ristrutturazione dei debiti. Lo fa sapere la società, che lo scorso dicembre aveva presentato la domanda in Tribunale di concordato in bianco. Nominati, contestualmente, tre commissari: Dino Biasotto, Danilo Galletti, Pier Giorgio Cecchini. «In questo contesto la società beneficerà degli effetti protettivi del patrimonio previsti dalla normativa applicabile che consentirà alla stessa di proseguire nella propria attività commerciale»: spiega Stefanel.

Potrebbe interessarti

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Pioggia, vento e grandine: la Marca ancora nella morsa del maltempo

  • Lutto tra le colline del prosecco, addio a Fabio Ceschin

  • Sorgenti del Piave, la commissione di esperti conferma: «Sono in Veneto»

I più letti della settimana

  • Preso a bastonate e soffocato con un cuscino: arrestate per omicidio

  • Si schianta contro un'auto con la Vespa, muore 45enne

  • Malore fatale nella notte, muore una 45enne

  • Malore fatale mentre fa jogging, stroncato da un infarto a 71 anni

  • Ferma la corriera e abbandona 55 bimbi in autogrill: «Vado a Jesolo»

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento