Due nuovi t-red sulla Postumia per multare chi passa col semaforo rosso

Sono stati installati in centro a Vedelago e saranno attivi a partire dal 17 dicembre. Soddisfatto il sindaco Andretta. Un grande aiuto per tutta la polizia locale

E’ un fine anno all'insegna della sicurezza, quello nel territorio di Vedelago. Entreranno infatti in funzione il prossimo 17 dicembre due documentatori di rilevamento del passaggio dei veicoli con luce rossa denominati VRS EVO LO installati nella giornata del 5 dicembre in centro a Vedelago all'incrocio della S.R. 53 con Via Crispi.

Omologati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, i due dispositivi controlleranno i flussi di transito con direzione Istrana- Castelfranco (S.R.53) e Albaredo-Vedelago (S.P.19), e consentiranno non solo di identificare i trasgressori attraverso le foto scattate, ma di ottenere anche un video completo della manovra della macchina potenzialmente multabile. Spiega il sindaco, Cristina Andretta: «Con questi due nuovi strumenti il Comune fa un ulteriore passo in avanti verso la sicurezza stradale. Infatti, i documentatori sono stati installati in via sperimentale per 12 mesi con l’obiettivo di supportare il Comando di polizia locale nel complesso iter che porta al corretto accertamento di una violazione pericolosa come il passaggio con il semaforo rosso. Allo stesso tempo, chi passa con il verde e si ferma al centro dell’incrocio non avrà problemi». Il sistema è basato su tecnologie informatiche e strumentazioni all’avanguardia che forniscono una prova certa dell’avvenuta infrazione in quanto, utilizzando un’unica telecamera, effettua un vero e proprio filmato dei veicoli in tutta la fase di avvicinamento e di attraversamento dell’intersezione con semaforo rosso fornendo una prova inconfutabile dell’infrazione commessa. E’ stata inoltre installata idonea segnaletica verticale di preavviso. Le infrazioni principali scatteranno solamente quando il veicolo transita sotto le lanterne semaforiche che emettono luce rossa. Le sanzioni previste sono le seguenti: in caso passaggio con il semaforo rosso euro 163,00 + 6 punti patente (ART. 146 comma 3), in caso di mancanza osservanza della segnaletica orizzontale (linea di arresto) euro 41 + 2 punti patente (ART. 146 comma 2). Il Comune sta inoltre organizzando delle serate informative per spiegare i benefici e le modalità del servizio per poter inserire nuove persone e avere un maggiore controllo. Sul fronte sicurezza, inoltre, sta funzionando a Vedelago l’iniziativa di controllo di vicinato. Un dato che emerge, ad esempio, dal numero di furti che non sono stati molti rispetto ai Comuni limitrofi, proprio anche grazie al servizio coordinato da Cristian Stocco introdotto da un paio d’anni a Vedelago ed integrato al continuo lavoro di pattugliamento della Polizia locale e dei Carabinieri. Conclude il sindaco: «Il controllo del vicinato era uno degli obiettivi prefissi già dalla scorsa amministrazione, un'idea portata avanti dall'ex assessore Daniele Soligo oggi consigliere. Il tutto nell'ambito della sicurezza, insieme all'adeguamento sismico delle scuole, alla messa in sicurezza di incroci e piste ciclabili, alla video sorveglianza e molte altre cose. Va detto che non potendo assumere personale stiamo cercando aumentare il servizio e la sicurezza con strumenti tecnologici utili su vari fronti».

Spiega l’assessore alla sicurezza, Roberto Nicoletti: «Il servizio in molti casi ha permesso di sventare furti e truffe nell’immediato e ha portato, in altre circostanze, dei buoni risultati in indagini molto più complesse. Punto di forza del servizio è la collaborazione tra le forze dell’ordine ed i cittadini i quali, di fronte a situazioni sospette possono inviare un sms o messaggio Whatsapp, al responsabile di zona. Nel Comune ci sono 16 persone che ne fanno parte, distribuite omogeneamente in tutto il territorio comunale ma, invito chi volesse rendersi disponibile a contattare il referente di zona o il Comando della Polizia locale. Quanto alla sicurezza in generale, per la videosorveglianza stiamo progettando la terza fase per un maggior controllo del territorio: integreremo anche il sistema con un dispositivo di lettura targhe che ci permetterà di capire se ci sono eventuali, automobili che circolano senza assicurazione, revisione o rubate ed in questa fase stiamo valutando l’installazione di nuove telecamere in luoghi più sensibili come scuole, cimiteri, incroci pericolosi e tutte quelle zone più a rischio. Verrà implementata anche l’infrastruttura esistente in modo tale che i privati, con un costo modico, possano collegare delle telecamere all'infrastruttura comunale».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Sede unica per Inps e Ulss 2: siglato l'accordo

  • Attualità

    Concordato Stefanel, Furlan: «I lavoratori vogliono chiarimenti»

  • Cronaca

    Occuparono alloggio Ater, assolti in otto del Collettivo Ztl

  • Cronaca

    Delitto di Rolle, perizia della difesa sul dna: "C'è stata contaminazione"

I più letti della settimana

  • Cadavere ritrovato nel Piave, è l'imprenditore scomparso da Farra

  • Si ubriaca prima di entrare in classe, insulta la prof e collassa

  • Schianto nella notte sulla Pontebbana, grave un 18enne

  • Addio Home Festival: Treviso lo rimpiazza con il "Core Festival"

  • Natale a Treviso: c'è anche la sorella di Chiara Ferragni

  • Operaia Electrolux trovata morta in casa, colleghi in lutto

Torna su
TrevisoToday è in caricamento