Telelaser accesi per le festività natalizie: automobilisti in rivolta

Il Comune di Prata di Pordenone ha deciso di riprendere i rilevamenti sulla velocità che erano stati interrotti lungo la Pordenone-Oderzo. Automobilisti su tutte le furie

Foto d'archivio

Iniziano le festività natalizie e sulla strada provinciale che collega Oderzo a Pordenone tornano, come per magia, i nuovi telelaser per il controllo della velocità.

Due autovelox erano già comparsi al confine tra Veneto e Friuli in località Le Monde, ma da alcuni mesi erano spariti per alcuni controlli di manutenzione. Nelle scorse ore però, la polizia locale di Prata di Pordenone, comune confinante con Portobuffolè ha deciso di riattivare i telelaser nel tratto di strada a cavallo tra le province di Treviso e Pordenone. Una sorpresa inaspettata per i tanti automobilisti che in questi giorni si spostano dalla zona dell'opitergino-mottense in provincia di Pordenone per festeggiare con amici e colleghi le tante cene di Natale e fine anno. C'è da dire che l'alta velocità è sempre rimasto uno dei problemi principali lungo la Pordenone-Oderzo ma in queste ore sono in molti gli automobilisti sul piede di guerra che hanno criticato la scelta di rimettere in funzione i telelaser proprio a ridosso delle festività natalizie. Una decisione che, a detta di molti automobilisti, servirebbe più a fare cassa che non a prevenire il rischio di incidenti lungo la provinciale.

Potrebbe interessarti

  • Malattia incurabile: il sorriso di Antonella si spegne a 50 anni

  • Bambina di tre anni "dimenticata" all'interno di uno scuolabus

  • Malattia incurabile: morto il titolare della pizzeria "Da Gennaro"

  • Ciclismo trevigiano in lutto: Christian Cigaia perde la vita a soli 47 anni

I più letti della settimana

  • Spaventoso rogo in una autodemolizione, a Fiera torna l'incubo

  • Schianto frontale tra camion e auto sulla Postumia, muore 60enne

  • «Lo ha fatto apposta, ha sterzato di colpo contro l'altra macchina»

  • Carambola tra cinque auto e un camion sulla Feltrina, quattro feriti

  • Malattia incurabile: il sorriso di Antonella si spegne a 50 anni

  • L'addio a "Pina", il marito: «Farò di tutto perché sia fatta giustizia»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento