Tonon Forty, salvi 30 dipendenti: cassa integrazione per 18 lavoratori

Dopo il fallimento della storica ditta di Oderzo, una cinquantina di dipendenti rischiavano di restare senza lavoro. Trenta di loro saranno assorbiti dalle due ditte subentranti

«Le note difficoltà degli ultimi anni nel fronteggiare una competizione internazionale sempre più aggressiva, sia sul mercato dei sistemi di riscaldamento sia del comparto del condizionamento, hanno determinato il triste esito della cessazione delle attività. Trenta lavoratori saranno impiegati nelle società che ne acquisiranno i rami d’azienda, gli altri 15 entreranno in Cigs».

A dirlo è Fabio Cappellazzo della Fiom Cgil di Treviso in riferimento alla cessata attività della Tonon Forty di Oderzo. «Dei 48 dipendenti dell’azienda non tutti perderanno il posto di lavoro: 25 dipendenti occupati nel ramo del “caldo” saranno assorbiti dalla subentrante Tonon Evolution e altri 5 lavoreranno alla Com40 che ha rilevato il ramo “freddo” - spiega Fabio Cappellazzo - Per i restanti lavoratori è prevista l’attivazione della Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria in via di autorizzazione, e da ultimo il trattamento Naspi nel caso non riuscissero a ricollocarsi. La vicenda dimostra una volta di più l’importanza di operare un rilancio degli investimenti da parte delle nostre imprese per poter compere in quei mercati che impongono un continuo upgrade tecnologico e delle professionalità. Per questo - conclude Cappellazzo - è necessario puntare e investire anche nella formazione continua».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la Ferrari del papà il figlio di mister Nice

  • Camionista trovato morto nel parcheggio del centro commerciale Arsenale

  • Lutto nel mondo del Prosecco: Orfeo Varaschin muore a 50 anni

  • Autotreno pieno di ghiaia si ribalta in strada: traffico in tilt

  • Camper sbanda e distrugge una balaustra del ponte di Vidor: gravi disagi al traffico

  • Pullman per la gita scolastica non a norma: sequestrati dalla polizia stradale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento