Via Acquette a Treviso, via ai lavori di realizzazione di spazi per le attività sportive

Il progetto è finanziato dal Bando Periferie. In corso interventi di messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali. Novità importanti anche per la zona Barisella

Il progetto delle Acquette

Sono iniziati i lavori di riqualificazione del centro sportivo di via Acquette, nel quartiere di Santa Maria del Rovere. Il progetto rientra nel programma “Quartieri al centro” ed è finanziato integralmente (l’importo totale di progetto ammonta a 600.000 euro) dal Bando Periferie.

Il centro sportivo di “via delle Acquette” , costituito dalla palestra “Pascale”, da un pattinodromo scoperto, da una piastra polivalente e da un circuito per pattinaggio a rotelle, verrà ampiamente riqualificato: in 260 giorni verranno infatti realizzati una nuova palestra, uno spazio attività con un campo da pallavolo e un’area per il pattinaggio a rotelle per attività promozionale e giovanile di avviamento alla pratica sportiva (con apposita segnatura delle boccole come da regolamento della Federazione Italiana Sport Rotellistici). Inoltre, verrà costruita una nuova hall che permetta il comodo accesso alla palestra e al pattinodromo, spazio in cui gli atleti potranno attendere l’arrivo dei propri accompagnatori o fruirne come area ristoro con bar. Il blocco servizi della stessa palestra “Pascale” sarà oggetto di interventi di manutenzione. Al piano terra verrà ripristinata la funzionalità dell’infermeria con ingresso dall’esterno e verranno ridipinti spogliatoi e servizi. Al primo piano, invece, gli uffici verranno uniti per realizzare un locale polivalente per il fitness. Infine, verrà installato anche un ascensore al fine di permettere l’accesso alle persone disabili.

Nel frattempo, l’assessore ai Lavori Pubblici Sandro Zampese sta lavorando per la messa in sicurezza di tutti gli incroci o attraversamenti pericolosi del territorio comunale. In via Brunelleschi, complanare della tangenziale a Santa Maria del Sile, è stato ultimato un passaggio pedonale rialzato (costo 7 mila euro) con lo scopo di rallentare i veicoli che transitano lungo la strada dove sono peraltro presenti numerose abitazioni. Nei prossimi giorni verranno realizzate anche le strisce pedonali.  

In zona Barisella, invece, inizieranno la prossima settimana i lavori di messa in sicurezza del tratto di strada di Santa Bona Nuova. L’intervento – coordinato con il vicesindaco Andrea De Checchi e l’Ufficio Mobilità in seguito alle segnalazioni sulla pericolosità degli attraversamenti pedonali (all’intersezione con via del Comin e in corrispondenza del market Despar) -  prevede l’installazione di due piattaforme, una verso nord in corrispondenza del capitello e l’altro in direzione sud in prossimità del supermercato. Verrà inoltre verificata, al centro del tratto stradale, la possibilità di realizzare un passaggio pedonale “stampato” o rialzato. L’importo dei lavori ammonta a 18 mila euro.

Fra via Ghirada e via Medaglie d’Oro, invece, è in via di ultimazione la piattaforma rialzata per garantire la sicurezza dei ragazzi che raggiungono quotidianamente il vicino centro sportivo. A tale scopo è stata anche rifatta la pavimentazione del marciapiede in direzione degli impianti per un importo di 10 mila euro.

Infine, in seguito ai vari sinistri registrati (14 dal 2005) nel tratto di strada fra il civico 87 e il civico 117 di Strada Canizzano causati dall’eccessiva velocità dei veicoli, è sorta la necessità di mettere in sicurezza il tratto di strada così da ridurre la velocità in prossimità della curva (costo 9 mila euro). Proprio per questo motivo stanno iniziando i lavori per la realizzazione di una piattaforma rialzata per l’attraversamento pedonale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento