Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

"Adotta un albero": parte l'iniziativa per rendere Treviso più verde

 

Un albero donato dal Comune di Treviso ai cittadini che ne fanno richiesta: ecco “Adotta un Albero”, la nuova iniziativa che vuole sensibilizzare la cittadinanza alla cura del verde e alla piantumazione di nuovi alberi per un’aria più pulita e una Treviso più “green”. “Adotta un Albero” rientra nel progetto – promosso dall’Amministrazione comunale - di qualificazione ambientale del territorio con la piantumazione di nuovi alberi per realizzare così l’interesse pubblico di migliorare la qualità e il benessere collettivo, a salvaguardia dell’ambiente e dell’uomo con effetti diretti sulla diminuzione delle sostanze inquinanti e delle polveri sottili. A livello nazionale, la legge 14 gennaio 2013, n. 10 “Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani” è il principale punto di riferimento sul tema dell’incremento del verde urbano.  All’ art. 6 della legge, per esempio, vengono promosse le iniziative locali per lo sviluppo degli spazi verdi: dall’incremento e dalla conservazione del patrimonio arboreo esistente, al rinverdimento delle pareti degli edifici e alle coperture a verde, alla realizzazione di grandi aree verdi pubbliche, alla sensibilizzazione della cittadinanza alla cultura del verde.

I benefici della piantumazione degli alberi, infatti, sono numerosi: riducono il rumore, assorbono anidride carbonica e fissano carbonio nei tessuti, migliorano la qualità dell’aria rimuovendo dall’atmosfera gli agenti inquinanti (fra i quali l’ozono (O3), il biossido di azoto, il monossido di carbonio (CO), l’anidride solforosa (SO2) e il particolato PM10, PM2.5). Infine, riducono l’erosione del suolo e migliorano la qualità della vita in ambiente urbano: diversi studi dimostrano come il verde in città, grazie al suo innegabile valore estetico, riduca lo stato di stress, favorisca le relazioni interpersonali, aumenti il tasso di attività motorie.

La scelta degli alberi da piantumare e messi a disposizione della cittadinanza, infatti, privilegia le specie autoctone con un’ottima capacità di mitigazione ambientale. Sarà possibile mettere a dimora alberi come tiglio nostrano, bagolaro, tiglio selvatico, olmo comune, frassino comune, ontano nero, carpino, leccio e salice. La disponibilità iniziale di alberi sarà di 300 unità: i residenti a Treviso, o coloro che possiedono una proprietà in Città, potranno fare richiesta compilando l’apposito modulo scaricabile, a partire da lunedì 2 settembre, dal sito web del Comune di Treviso. Le piante saranno poi geolocalizzate con l’inserimento in un’apposita mappa in base all’indirizzo comunicato dal cittadino. Chiunque potrà così vedere le zone della città in cui sono stati messi a dimora gli alberi adottati e consultare le schede degli stessi.

«Questa iniziativa vuole sensibilizzare la cittadinanza ai temi ambientali e del verde pubblico -afferma l’assessore alle Politiche ambientali della Città di Treviso Alessandro Manera- Chiunque, infatti, potrà contribuire alla riforestazione urbana. Gli alberi sono tutti autoctoni e a costo zero e ognuno, in base ai propri gusti e alle schede tecniche consultabili nel materiale informativo, potrà scegliere l’essenza arborea preferita. Sarà anche una bella occasione per conoscere le caratteristiche dei nostri alberi e la relativa capacità di mitigazione ambientale».

Potrebbe Interessarti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento