"Furti in corso": da gruppo Facebook ad associazione di cittadini

Giovedì sera la prima riunione presso la sala consiliare del Comune di Roncade. Il fondatore, Cristian Demma, ha proposto l'autotassazione dei cittadini per pianificare la vigilanza del territorio

Giovedì sera si è svolta la prima, e per certi versi storica, riunione di una parte degli iscritti al gruppo Facebook "Furti in corso", importante realtà virtuale (con quasi 18mila like sulla propria pagina) che è destinata a diventare una vera e propria libera associazione di cittadini. L'evento si è tenuto presso la sala consiliare del Comune di Roncade. Il fondatore, Cristian Demma, ha proposto ai partecipanti alla riunione, diverse decine di cittadini provenienti da varie parti della provincia, di avviare una autotassazione dal costo di pochi euro per pianificare la vigilanza del territorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ieri sera -ha scritto Demma sulla pagina Facebook- c'è stato il primo incontro ufficiale di Furti in corso, incontro a mio parere andato molto bene ,la sala era piena e sopratutto piena di ottimismo e voglia diprovare a cambiare qualcosa. prima di tutto grazie !!! e' stato bellissimo vedervi dal vivo! Ho spiegato il gruppo ,la futura associazione e soprattutto lo scopo che si prefiggerà la stessa. Tema vigilanza molto partecipativo, alla fine abbiamo stabilito che per costo , capillarità territorio e flessibilità ,se la cosa partirà , la faremo gestire dalla civis, che ci ha accennato il costo indicativo di 4,5 euro a famiglia per mese! abbiamo pensato difar partire da subito 3 mesi con il costo di 13/14 euro che sono veramente un costo basso. Il servizio si svolgerà effettuando 2 (forse) 3 passaggi notturni a passo d'uomo nelle vie segnalate degli abbonati, illuminazione con faro e tutti gli "abbonati" avranno il numero della guardia per poterla contattare in caso di tentata intrusione o gravi rumori sospetti. il servizio (oggi ho sentito civis) si svolgerà dalle 22:00 alle 06:00 orari di vigilanza, speravo di recuperare altri orari ma ho compreso che non è semplice per nessuna vigilanza, magari possiamo chiedere ai comuni ,collaborando, di far passare la pattuglia dei vigili nelle ore precedenti. Non abbiamo nessun vincolo di contratto se dopo 3 mesi non ci interessa più non lo rinnoveremo. A fine riunione ho raccolto i nominativi dei referenti di zona che anche se sono più d'uno per zona,va bene, in maniera da dividersi il "lavoro", che non è altro che spargere il verbo e cercare tra vicini, amici e parenti un adesione che arrivata a quota 70 farà partire il servizio. scrivete nei commenti al post se volete fare i referenti della zona in maniera che vi possa contattare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borsa di cibo gettata tra i rifiuti: «Uno spreco che fa rabbia»

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Camion carico di pollame finisce sulla pista ciclopedonale

  • Partita la maxi campagna vaccinale per 15mila ragazzi trevigiani

  • Schiacciato da un camion in rotonda, ciclista muore a 63 anni

  • Nuova ordinanza di Zaia: «Mascherine solo al chiuso o a meno di un metro»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento