Locale trevigiano raccoglie e dona 12mila euro alla sanità trevigiana

La somma, su iniziativa del Bacaro San Michele & C., è stata devoluta tramite il Consorzio "Per mio figlio" durante l'emergenza provocata da Covid-19

Il team del bacaro

Se il pesante lockdown ha influito su imprese e lavoratori, colpendo soprattutto turismo, ristoranti e pubblici esercizi e tagliando fatturati, c’è anche chi, come il Bacaro San Michele, noto locale cittadino, durante l’emergenza e, pur in chiusura, è riuscito a raccogliere e donare fondi per oltre 12 mila euro. La somma è stata donata al Consorzio Per mio figlio, onlus che ha supportato le esigenze di acquisto ed attrezzature per l’azienda sanitaria trevigiana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«La raccolta fondi -spiega Riccardo Mion artefice di questa iniziativa e in rappresentanza della proprietà- è stata autorizzata  dall'Ufficio Affari Generali dell'Ospedale Ca' Foncello di Treviso, poi abbiamo donato al “braccio operativo”, ovvero al Consorzio Per mio figlio. Come Imprenditori siamo parte attiva di questa comunità e abbiamo voluto dare un segnale di positività ed un aiuto concreto. Aver contribuito a supportare la nostra sanità che peraltro ha dimostrato di essere ai vertici delle classifiche nazionali ed internazionali ci rende orgogliosi. L’esperienza ci ha restituito una grande soddisfazione, e ci ha fatto molto piacere ricevere, ora, in post emergenza, i ringraziamenti del Direttore Generale del nostro Ospedale Dr. Benazzi. Questa esperienza ci ha ricordato, semmai ce ne fosse bisogno, che l’Italia è un Paese meraviglioso e ciò che rende meraviglioso un Paese sono soprattutto le persone. La nostra capacità di reagire con dignità e grazia, di rispondere con bontà e bellezza a tutte le situazioni. Ora siamo nuovamente pronti ad accogliere nuovi flussi turistici ma Treviso ha bisogno di essere supportata in maniera straordinaria con nuove iniziative culturali, eventi che valorizzino la nostra meravigliosa città e l’indole conviviale delle persone che qui vivono e lavorano. Noi di Bacaro San Michele siamo pronti a fare la nostra parte».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grandine e temporali, la Marca nella morsa del maltempo

  • Folle lite a Cornuda, il proprietario di casa aveva ucciso la madre da giovane

  • Covid 19, studio choc di un epidemiologo trevigiano:«Il vaccino? Forse è una chimera»

  • Travolta sulle strisce pedonali, anziana ricoverata in rianimazione

  • Scooter fuori strada: morto un 38enne, ferita una ragazza 21enne

  • Legato e cosparso di benzina, folle lite in casa: indagano i carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento