Segnalazioni dei furti su Facebook? «Meglio una telefonata al 112»

Da qualche giorno è in servizio il nuovo comandante della Compagnia di Treviso, il tenente colonnello Ermanno Luigi Magistris, 48 anni, foggiano di Carapelle. Subito fissati i primi obiettivi: abbattere il numero dei reati e aumentare la percezione di sicurezza

Ermanno Luigi Magistris

«Siamo aperti a ogni forma di segnalazione e comunicazione ma preferisco sempre una telefonata al 112, rispetto alla segnalazione su Facebook perchè ci consente di dare una risposta più immediata»: a parlare è Ermanno Luigi Magistris, da qualche giorno nuovo comandante della Compagnia dei carabinieri di Treviso, che chiarisce subito, nel corso del primo incontro con la stampa, quelle che saranno alcune delle priorità che affronterà durante il suo lavoro nella Marca. Tra gli obiettivi principali c'è l'abbattimento del numero dei reati, in particolare i furti (negli ultimi anni una vera e propria piaga per il nostro territorio), e dare alla cittadinanza una maggiore percezione di sicurezza.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Ermanno Luigi Magistris (martedì 17 settembre salirà al grado di tenente colonnello) subentra a Stefano Mazzanti che ha lasciato la Marca per raggiungere il comando provinciale di Verona, dove ricoprirà il ruolo di comandante del nucleo investigativo. Magistris, 48 anni, sposato e padre di due figlie, è originario di Carapelle (Foggia) ed è nell'Arma fin da quando, appena 21enne, cominciò la sua carriera come carabiniere ausiliario. Dopo aver partecipato al concorso per allievo di sottoufficiali, il neocomandante della Compagnia di Treviso, ha avuto esperienza in provincia di Palermo (al Norm di Termini Imerese), al Comando interregionale di Roma Podgora, al Comando della Legione Puglia, all'Undicesimo reggimento dei carabinieri di Puglia e al Reparto mobile. A Treviso avrà il ruolo di guidare la Compagnia, una realtà composta da ben undici stazioni dislocate in una grande area della provincia. «Si tratta di un territorio ricco e dinamico -ha evidenziato Magistris- e perciò è molto ambito dalla malavita che si occupa di reati predatori. L'obiettivo è appunto stroncare reati come questi che destano sempre grande allarme sociale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Gravissimo scontro tra uno scooter e un'auto: 24enne muore tra le braccia del fidanzato

  • L'uscita domenicale in bici finisce in tragedia: morto un ciclista investito da un'auto

  • Legato in un bosco e picchiato per vendetta: nei guai anche un'influencer trevigiana

  • Incidente in motorino, Roberto Artuso muore dissanguato in Congo

Torna su
TrevisoToday è in caricamento