Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Nuovi esperimenti di viabilità sul put di Treviso

Dopo i test della settimana scorsa, la polizia locale ha effettuato altre prove fra le 17.15 e le 18.15

 

È stato effettuato un nuovo esperimento di viabilità sul PUT esterno: mercoledì sera 10 agenti della polizia locale, sotto la supervisione generale del Comandante Andrea Gallo, hanno effettuato il terzo test svoltosi fra le 17.15 alle 19.15, in concomitanza con il flusso viario che a quell’ora esce dalla città. Le modalità sperimentali non sono cambiate rispetto alla settimana scorsa con flussi viari che non si incrociano e stop ai semafori più brevi, con transiti molto più frequenti. 

Come già confermato nelle due precedenti prove svolte la settimana scorsa fra le 7.15 e le 9, l'esperimento sta offrendo importanti spunti migliorativi per la fluidità del traffico. «Anche la prova di ieri sera», spiega il comandante Gallo, «ha permesso di raccogliere indicazioni per arrivare all'obbiettivo di cercare soluzioni tecniche che rendano fluida la circolazione del PUT esterno accorciando anche i tempi di attesa per chi si deve inserire nell'anello a senso unico». I test di percorrenza sono stati molto confortanti: alle 18.45, nel pieno del traffico, l'intero PUT è stato percorso in 12 minuti e 45 secondi con brevissimi rallentamenti: si tratta di una tempistica ritenuta molto soddisfacente, vista l'ora e le pesanti correnti di traffico in entrata e uscita. L'esperimento ha poi fatto emergere alcuni particolari tra cui l'abitudine dei conducenti di utilizzare quasi esclusivamente la corsia centrale nei tratti ove sono presenti tre corsie: «Questa abitudine non permette però di sfruttare al meglio la capacità di assorbimento del traffico per cui a volte si creano forti rallentamenti perché non si sfrutta al meglio gli spazi offerti dalle altre corsie presenti». E tra i primi semplici correttivi c'è la volontà di potenziare la segnaletica orizzontale e verticale per indurre i conducenti a utilizzare anche la corsia che rimane libera. La fase sperimentale continuerà nei prossimi giorni con un secondo test nell'orario 17-19.

«Gli esperimenti della Polizia Locale stanno permettendo di raccogliere importanti informazioni sulla viabilità»: le parole del sindaco Mario Conte. «C’è tutta l’intenzione di risolvere il problema del traffico sul PUT e le operazioni di queste settimane vanno proprio in quella direzione. Ringrazio il comandante Gallo e gli agenti della Polizia Locale per la grande professionalità e l’impegno profuso in queste sperimentazioni che, presto, si concretizzeranno in provvedimenti che andranno a facilitare – e non di poco - gli spostamenti in auto dei cittadini».

Potrebbe Interessarti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento