Addio alla Roller Marathon: «Treviso perde un'importante vetrina»

Treviso dice addio al campionato italiano sui pattini. L'ex sindaco Manildo attacca il primo cittadino Conte

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Era il 4 settembre e il sindaco Mario Conte comunicava dalla sua pagina facebook gli eventi sportivi in programma fino a giugno 2019. Nella lista, proprio prima della Gran Fondo Pinarello, comparivano una spunta e una data con tanto di didascalia: 19 maggio 2019 - Roller Marathon. 

post conte ok-3

Dal post di settembre qualcosa deve essere andato storto visto che prorpio questa mattina gli organizzatori hanno annunciato ufficialmente alla stampa la cancellazione della manifestazione. "La data c'era: 19 maggio 2019 - si legge nel comunicato - e la Federazione era pronta ad assegnare a Treviso il campionato italiano. Invece dal prossimo anno la maratona sui pattini non si farà: il Comune di Treviso ha negato l'autorizzazione agli organizzatori della Polisportiva Casier". 

E il post del sindaco Conte allora? Niente di fatto. Sempre la Polisportiva informa di aver saputo proprio dall'assessore allo sport Silvia Nizzetto che la giunta, all'unanimità, avrebbe espresso parere contrario nei confronti della manifestazione. Una manifestazione che - dicono sempre gli organizzatori - si pensa rechi più fastidi che vantaggi alla città. 

L'ex sindaco Giovanni Manildo che gli anni scorsi ha dovuto sostenere non pochi attacchi per le chisure domenicali del traffico, ritiene la cancellazione della manifestazione una perdita per la città. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • Video

    Il centro di Treviso si illumina per il Natale: in migliaia presenti per l'accensione dell'albero

  • Video

    Rifiuti e riciclo: il vicepremier Di Maio sorpreso dall'efficienza di Contarina

  • Attualità

    Il black friday da incubo di Canal

  • Video

    Intimità violata: dalla Marca la petizione per chiedere una legge contro il "revenge porn"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento