Suoni di Marca, al via il 18 luglio sulle mura la 29esima edizione

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Sulle splendide Mura rinascimentali di Treviso, è tempo di Suoni di Marca Festival 2019, di grandi serate all’insegna della buona musica, del gusto e dell’artigianato di qualità, con spazi dedicati alle famiglie e con l’energia di centinaia di artisti nazionali e internazionali, di operatori, volontari e di numerosi estimatori del festival ad ingresso gratuito più lungo d’Italia. Per la 29esima edizione - dal 18 luglio al 4 agosto - il ricco cartellone di Suoni di Marca Festival  2019 vanterà una scelta musicale a trecentosessanta gradi, dai grandi classici del rhythm and blues al cantautorato,  dall’indie al pop-alternative, dal jazz all’elettronica. Una proposta che negli anni si è estesa anche verso generi più mainstream. Il Festival, inoltre, cerca di dare voce a tantissime realtà musicali del territorio che spesso faticano a trovare uno spazio per far conoscere la propria musica.

Il termine Marca associato alla parola Suoni vuole, infatti, simboleggiare un duplice significato: la promozione della musica nel territorio trevigiano e al contempo la volontà di veicolare un prodotto musicale di qualità. Saranno presenti come headliner quest’anno The Original Wailers, Omar Pedrini, Ex-Otago, Max Gazzè, Alan Sorrenti, Alberto Fortis, Nada, La Rappresentante di Lista, Eugenio Bennato, Anna Calvi, Eugenio Finardi e Bandabardò, Village People, Original Blues Brothers Band.

Suoni di Marca 2019 è patrocinato dal Comune di Treviso, dalla Regione Veneto, dalla Provincia di Treviso e sostenuto dalla Camera di Commercio di Treviso. La manifestazione si articolerà in tre Palchi (San Marco, Caccianiga e Fra’ Giocondo) sui quali si esibiranno artisti musicali di calibro nazionale e internazionale. Una scaletta che si conferma nuovamente all’altezza delle aspettative dei numerosi aficionados che da decenni partecipano assiduamente a uno tra gli eventi più attesi dell’Estate Trevigiana. Suoni di Marca ha saputo organizzare un festival a misura di ascoltatore, capace di rispondere efficacemente alle richieste di differenti fasce d’età. Tra spettacoli, enogastronomia, stand e aree relax, la manifestazione propone, infatti, un intrattenimento destinato a un pubblico eterogeneo che alterna la presenza di giovani, meno giovani e famiglie, in fasce orarie tendenzialmente alterne, nella consolidata location delle Mura di Treviso nell’area compresa tra Porta SS. Quaranta e Porta Caccianiga, facile da raggiungere in pochi minuti a piedi da ogni parte della città.

TANTA MUSICA, MA NON SOLO! Un vero e proprio Percorso del Gusto accompagnerà le serate trevigiane, con la possibilità di degustare tipicità locali a km0, cicchetterie, specialità etniche, cucina gourmet, finger food, dolciaria e beverage. Oltre 200 operatori (tra espositori, punti enogastronomici, associazioni no-profit e parchi gioco bimbi e ludoteche) trasformeranno la passeggiata lungo le “mura” in un itinerario avvolgente e accogliente, all’insegna dell’aggregazione sociale e del divertimento. Suoni di Marca si conferma anche un Festival a misura di bambino, con un spazio dedicato alle famiglie e ai più piccoli, in cui tutti i giorni saranno attivi servizi di animazione e baby-sitting. Come nelle migliori tradizioni en plein air, non mancheranno gli angoli dedicati a giovani artisti e fotografi. Suoni di Marca rappresenta un punto di riferimento nella gestione sostenibile di un evento di grandi dimensioni, garantendo un ridotto impatto ambientale. L’edizione 2019 riproporrà il modello vincente dello scorso anno, con la presenza di EcoPunti nei quali oltre 100 giovani volontari aiuteranno i partecipanti a eseguire un’accurata raccolta differenziata degli imballaggi e degli scarti delle consumazioni, un fattore determinante che nel 2018 ha consentito una raccolta differenziata  superiore al 90% dei rifiuti complessivi, distinguendosi da Contarina come Festival Virtuoso.

Potrebbe Interessarti

  • Gay Pride a Treviso: in migliaia per le strade del centro per l'amore arcobaleno

  • Autosalone "fantasma" a Volpago: «Sono dei professionisti della truffa»

  • A Treviso torna la tradizione dell'anguriaro

  • Grandinata devastante nella Marca, la situazione a Preganziol

Torna su
TrevisoToday è in caricamento