Tecnico di laboratorio e testimonial dell'Ulss, muore a 30 anni per un male incurabile

Chiara Stefani era una colonna del centro trasfusionale di Conegliano: si era sentita male al lavoro nel settembre scorso. La diagnosi, terribile, non le ha lasciato scampo. Venerdì il funerale

Una foto di Chiara Stefani

Il suo volto sorridente lo conoscono tutti, pazienti, familiari e operatori del Distretto Pieve di Soligo dell’Ulss 2. Riprodotto in centinaia di poster accoglie, da qualche anno, chiunque varchi la soglia degli ospedali di Conegliano e Vittorio Veneto e delle sedi Distrettuali. Da ieri il sorriso di Chiara Stefani, tecnico di laboratorio del Centro Trasfusionale di Conegliano, 30 anni compiuti il 1 settembre, sarà possibile vederlo, purtroppo, solo sui poster: è deceduta martedì sera a Conegliano, città nella quale viveva da alcuni anni. Testimonial della campagna di umanizzazione del Distretto Pieve di Soligo, “Persone che si prendono cura di persone”, Chiara si era sentita male al lavoro, a metà settembre. La diagnosi di tumore era stata pressoché immediata. Si era sottoposta alle terapie con la determinazione e l’ottimismo con cui affrontava la vita e il lavoro.

Chiara Stefani aveva iniziato a lavorare per il Centro Trasfusionale dell’Ulss 2 nel febbraio 2013, inserendosi pienamente nell’ambiente e nella città di Conegliano, che non aveva voluto lasciare, per tornare alla sua natia Vignanello (VT), nemmeno durante la malattia. Nell’ambito del Centro Trasfusionale si è occupata di tematiche legali della medicina trasfusionale, di automazione di laboratorio e di sistemi di qualità in sanità. Oltre a dare un contributo alla crescita del Servizio aveva proseguito il suo percorso professionale, conseguendo la Laurea Magistrale in Scienze delle professioni sanitarie.

«Era una persona solare, positiva, sempre disponibile con tutti»: la ricordano i colleghi, disperati per l’accaduto. «La scomparsa di Chiara ha provocato un profondo dolore nell’Ulss 2 – commenta il direttore Francesco Benazzi - Siamo vicini ai genitori, che hanno perso prematuramente una splendida figlia, e al compagno.  La nostra Azienda perde una collaboratrice valida sia dal punto di vista professionale che umano».  

L’ultimo saluto a Chiara sarà dato venerdì 7 dicembre, alle ore 16, in Duomo a Conegliano.

Chiara Stefani nei poster della campagna di umanizzazione-2

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Dalla Rete

    Spinello acceso nel bus, poi malmenano a calci e pugni l'autista

  • Cronaca

    Il debito da recuperare, Franzin risponde al giudice: «Ho chiesto un piacere»

  • Cronaca

    Il Veneto, l'oro delle mafie: la relazione DIA

  • Cronaca

    Razziano il bar della stazione dei treni di Conegliano, fermati a Ponzano

I più letti della settimana

  • Una vita da guerriera contro un male incurabile, muore a 34 anni

  • Tragico schianto all'alba: muore un 19enne, feriti due amici

  • Male incurabile: addio ad Alessandra, farmacista di Fiera

  • Infarto fatale mentre lavora al computer, muore magazziniere 40enne

  • Travolto "per scherzo" con il muletto: operaio resta invalido a 34 anni

  • I tentacoli della camorra nella Marca, i nomi degli arrestati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento