Maltempo in Veneto, un milione di euro donati dalla gente sul conto della Regione

Da Fassa Bortolo donazione di 15mila euro, il Comune di Breda devolve il gettone di presenza, il sindaco di Asolo si appella alle aziende con una lettera aperta. Resta nel bellunese l'allerta per le frane, si cercano volontari

Sfiora già il milione di euro la cifra raccolta dal conto corrente attivato dalla Regione per raccogliere fondi da destinare all’aiuto alle popolazioni venete colpite dalla drammatica ondata di maltempo di fine ottobre, e alla ricostruzione dei tanti territori più gravemente danneggiati. «Oggi – dice il Presidente Luca Zaia – abbiamo fatto il primo punto dell’andamento dei versamenti  e devo dire che tanta generosità da parte delle persone e delle aziende che hanno sottoscritto è commovente. A tutto lunedì scorso erano stati raccolti esattamente 955.485, 51 euro, attraverso 8.418 versamenti. In così pochi giorni, stante che la raccolta è iniziata il 5 novembre, si tratta di un altro gran bel record dei Veneti, che ringrazio tutti, uno per uno».

«Sono certo che non è finita qui – aggiunge Zaia – e che molti altri aggiungeranno il loro mattone, piccolo o grande, nei prossimi giorni. A chi ha già versato e a chi lo farà garantisco che ogni euro sarà utilizzato con il criterio del buon padre di famiglia e andrà a persone e territori che hanno sofferto e stanno soffrendo. Ne rispondo personalmente». Zaia tiene in particolar modo a sottolineare che «ci sono tantissimi versamenti da 5, 7 10 euro: il simbolo di una bella gara di solidarietà di popolo, nella quale ognuno ha messo quel che poteva e tutti, quindi, hanno dato il massimo».

FOTO ZAIA FASSA BORTOLO-2

«A favore delle popolazioni colpite dal maltempo di due settimane fa si sta manifestando una solidarietà meravigliosa, da parte di privati ma anche delle nostre aziende. Ringrazio il Gruppo Fassa Bortolo e il ‘patron’ Paolo Fassa per un gesto importantissimo di vicinanza verso chi in questo momento sta cercando di far tornare alla normalità con fatica e passione una terra devastata». Lo dice il Presidente della Regione Luca Zaia, che ha ricevuto oggi dalle mani di Paolo Fassa un assegno da 15mila euro che viene versato nel conto corrente istituito dalla Regione del Veneto per le vittime del maltempo. «Esprimo a questa azienda, e a tutti coloro che ci stanno aiutando secondo le loro possibilità, la gratitudine mia e di tutti i veneti – aggiunge Zaia - anche in questa occasione, semmai ci fosse stato bisogno di ribadirlo, stiamo dimostrando di essere un grande popolo. Con l’aiuto di tutti, i territori in ginocchio si stanno orgogliosamente rialzando».

RESTA L'ALLERTA PER LE FRANE Permane in Veneto la possibilità d’innesco di fenomeni franosi sui versanti, dovuta alle intense precipitazioni di fine ottobre e dei primi di novembre. Per questo motivo, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione ha emesso un bollettino, valevole fino alle ore 14 di giovedì 14 novembre, nel quale si dichiara lo Stato di attenzione (allerta gialla) per criticità geologica e idraulica sulla rete secondaria nei bacini idrografici Alto Piave e Piave Pedemontano. Sulle frane del Tessina in Comune di Chies d’Alpago e della Busa del Cristo in Comune di Perarolo di Cadore è localmente mantenuta l’Allerta rossa. La Protezione Civile regionale ha anche emesso un Bollettino Speciale con il quale si valutano situazione e previsioni per il solo Bacino Alto Piave che, da oggi alla mezzanotte di domani, indica precipitazioni assenti, venti in quota (1.500-2.000 metri) deboli o moderati e deboli in valle, nuvolosità basa nella notte e molto bassa nella giornata di domani.

COMUNE DI BREDA DI PIAVE DONA IL GETTONE DI PRESENZA Il Consiglio Comunale di Breda di Piave, nell’ultima seduta, ha condiviso la proposta di devolvere il gettone di presenza alle vittime del maltempo che ha colpito di recente il Veneto. Sindaco, giunta e consiglieri hanno dunque deciso di portare la proposta alla riunione dei capigruppo per definire le modalità. Si è proposto anche di estendere l’iniziativa a tutte le associazioni o agli enti comunali che già avevano intenzione di effettuare delle donazioni e pertanto domani, giovedì 15 novembre, si terrà una riunione per definire proprio la parte operativa.

alluvione-2

IL SINDACO DI ASOLO SCRIVE ALLE AZIENDE "Gentile Ditta -ha scritto in una lettera aperta il primo cittadino di Asolo, Mauro Migliorini- in queste settimane stiamo condividendo dolore e sgomento per le drammatiche conseguenze dell’alluvione che ha colpito molte aree del territorio Veneto, ma con particolare "cattiveria" il Comune di Rocca Pietore (Belluno). A Rocca Pietore siamo legati dalla comune appartenenza al "Club dei Borghi più Belli d'Italia", di cui ne siamo Capofila Regionale (Asolo, Arquà Petrarca, Follina, Cison di Valmarino, Mel, Montagnana, Valeggio sul Mincio, Portobuffolè, Sant'Ambrogio di Valpolicella, Rocca Pietore). Come Coordinamento Regionale abbiamo deciso di concentrare le nostre attenzioni e i nostri sforzi su questo piccolo borgo, i cui paesaggi sono stati stravolti dalla furia dell'acqua e del vento, compromettendone seriamente molte strutture pubbliche, ricettive, turistiche … In questi giorni stanno lavorando per ripulire le case, i negozi e le strade dal fango, ho visto una comunità capace di restare unita anche in questi momenti duri, di tendere la mano al vicino, di non lasciare nessuno da solo. Sono giornalmente in contatto con Andrea De Bernardin, che ne è il Sindaco, e con lui abbiamo condiviso l'istituzione di un Conto Corrente Bancario, intestato al Comune di Rocca Pietore, su cui far convergere tutte le donazioni economiche raccolte, utili alla ricostruzione. Il Sindaco, l'Amministrazione e i cittadini hanno una grandissima volontà di ricominciare e ricostruire, pensando alle famiglie e alla sopravvivenza dei luoghi. Per questo, mi permetto di appellarmi alla Vostra solidarietà e profondo senso civico, che in più occasioni avete dimostrato, chiedendo di aiutarci nella raccolta di fondi. Mentre sensibilizziamo le varie Associazioni del territorio, come Borghi più Belli del Veneto abbiamo deciso di donare 1.000 euro/cadauno per Rocca Pietore. Se condividete questo mio appello, Vi invito a divulgarlo e utilizzare il seguente IBAN per le donazioni che vorrete fare: Comune di Rocca Pietore. Conto Corrente: IT 50 J 02008 61000 000105441800 (Unicredit SPA) Emergenza Alluvione Rocca Pietore".

NEVEGAL, APPELLO DEL COMUNE: SERVONO VOLONTARI CON MOTOSEGNE Dopo la pausa per le celebrazioni del Santo Patrono, tornano i lavori di pulizia e sistemazione nel capoluogo, grazie all'aiuto della Protezione Civile e dei volontari. Domenica 18 toccherà al Nevegal e il sindaco di Belluno, Jacopo Massaro, lancia l'appello a tutti quelli che nei giorni scorsi si erano messi a disposizione: «Domenica effettueremo dei lavori più pesanti e complessi, rispetto a quelli fatti un paio di settimane fa. - annuncia Massaro – Per questo, stiamo cercando volontari che siano in possesso del patentino per l'uso della motoseghe e degli idonei strumenti di protezione. Ringraziamo le centinaia di persone che ci hanno contattato e continuano a scriverci; questa volta dovremo essere rigidi nel “reclutamento” proprio perché si tratta di lavori non banali, che possono essere eseguiti solo da personale esperto e autorizzato». Nel corso della serata di martedì, è stato l'assessore alle manutenzioni, Biagio Giannone, a coordinare il piano degli interventi: «Abbiamo individuato quattro aree di azione: - spiega Giannone – quella del piazzale e del Santuario; la zona della Coca; il Parco Avventura; il primo troncone dell'impianto di risalita, a lato della Coca. Questi ultimi tre interventi sono quelli più impegnativi, vista l'elevata pendenza del terreno. Si tratta solo di un primo intervento, che ci consentirà di preparare il colle all'avvio della stagione invernale; abbiamo deciso anche di rinviare alla primavera la pulizia dei sentieri, che devono prima essere messi in sicurezza visto l'elevato numero di alberi ancora pericolanti». Sono già una ventina i volontari della Protezione Civile comunale e dell'Associazione Nazionale Alpini che si sono messi a disposizione per la giornata di domenica; a loro, si aggiungeranno i numerosi volontari che daranno la loro disponibilità. Per farlo, è necessario contattare lo Sportello dei Cittadini del Comune di Belluno (info@comune.belluno.it) entro venerdì 16 alle ore 12.00, fornendo le proprie generalità e una copia del patentino per l'uso della motosega: in questo modo, sarà possibile attivare l'assicurazione personale contro gli infortuni. Chi non si sarà “registrato” non potrà partecipare in alcun modo alle operazioni. È necessario anche possedere dispositivi di protezione individuale di terza categoria come caschetti, occhiali protettivi, scarpe antinfortunistica, pantaloni in tessuto antitaglio, etc. L'appuntamento per tutti i volontari registrati sarà alle 9.00 al piazzale del Nevegal; lì saranno suddivisi tra le varie squadre ed avranno inizio i lavori.

FRATELLI D'ITALIA LANCIA UNA RACCOLTA FONDI Il Coordinamento regionale di Fratelli d’Italia continua, anche durante il prossimo fine settimana,  la mobilitazione organizzata in tutta la regione per la raccolta fondi  a favore delle popolazioni e dei territori colpiti dalle recenti avversità atmosferiche. Anche attraverso i gazebo appositamente allestiti nelle principali piazze del Veneto, i volontari ed i referenti locali del Partito inviteranno i cittadini del Veneto a dimostrare un gesto di concreta solidarietà devolvendo quanto riterranno opportuno direttamente presso il numero di conto corrente acceso dalla Regione del Veneto. I volontari ed i referenti  locali del Partito non raccoglieranno direttamente né soldi e neppure beni di prima necessità ma inviteranno tutte le persone che riusciranno a contattare a devolvere soldi, indispensabili per sanare le ferite inflitte dal maltempo ma anche per attivare opere di prevenzione che possano scongiurare il ripetersi  delle emergenze già vissute negli ultimi periodi. Il Coordinamento di Fratelli d’Italia del Veneto ringrazia sentitamente le numerosissime persone che hanno già aderito alla nostra iniziativa, anche ritirando gli appositi  volantini presso i nostri gazebo e presso i nostri referenti territoriali, dimostrando quanto importante e condivisa sia stata finora la nostra opera di sensibilizzazione.

IMG_6429-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Cade dalla sedia della sua cameretta, bimbo di nove anni grave all'ospedale

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento