Tredici nuove telecamere in città: Treviso potenzia la videosorveglianza

Dispositivi e telecamere per la lettura delle targhe in centro storico e nei quartieri. Il sindaco Conte: «Tecnologia al servizio dei cittadini». Le telecamere saranno attive da gennaio

In foto: la videocamera di Via Pescatori

Nuovi occhi elettronici per la sicurezza dei cittadini. È stato approvato dalla Giunta comunale il progetto per il potenziamento della videosorveglianza e di ampliamento del monitoraggio dei veicoli nei quartieri e nelle aree d’accesso al centro storico.

Le aree individuate per l’installazione dei dispositivi sono tutte di proprietà pubblica: più nel dettaglio, una telecamera verrà installata a Largo Porta Altinia, due nell'Isola della Pescheria, due fra via e vicolo Pescatori, una in Riviera Garibaldi, una al parcheggio rialzato dell’area Appiani (piazza delle Istituzioni), una al parco Uccio di via San Martino e Solferino, una a San Pelaio (piazzale Costituzione e area verde attrezzata). Inoltre, verranno installate due telecamere (una per senso di marcia) per la lettura delle targhe su Strada Canizzano (all’altezza di via Giovanna D’Arco) e altre due in via Sant’Antonino, all’altezza dell’intersezione con via Sabatucci. Tutti gli apparati elettronici, che entreranno in funzione a gennaio e saranno collegati tra loro tramite un’infrastruttura di rete basata su tecnologie radio e switch con punti di raccolta del segnale che verranno poi convogliati al centro di controllo, permetteranno il monitoraggio in tempo reale delle aree di interesse, 24 ore su 24 per 365 giorni all'anno. Il progetto verrà finanziato in parte dal contributo del Ministero dell’Interno dello scorso febbraio di 47.763 euro su una spesa totale di 106.140 euro. «Grazie a questo progetto, verranno installati nuovi occhi elettronici in alcune zone “calde” della città come via e vicolo Pescatori ma anche nei quartieri, che per noi rappresentano una priorità - le parole del sindaco Mario Conte - Inoltre, grazie ai dispositivi di lettura targhe, sarà possibile avere il pieno controllo degli ingressi dei veicoli nel territorio comunale. Queste nuove installazioni sono state rese possibili anche grazie al lavoro in sinergia nell'ambito del Patto per l’attuazione della sicurezza urbana con la regia della Prefettura». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Torna la neve a bassa quota: stato di attenzione nella Marca

  • Tumore incurabile, papà Fabio muore in pochi mesi a 51 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento