Il Consiglio Comunale di Villorba ha approvato il gemellaggio franco tedesco

Il 21 giugno prossimo ad Arnac Pompadour verrà sottoscritto il Patto di Gemellaggio con sei Comuni francesi e uno tedesco

Il Consiglio Comunale di Villorba nella seduta del 10 giugno scorso ha approvato il gemellaggio con sei Comuni francesi del dipartimento della Corrèze nella regione della Nuova Aquitania (Arnac-Pompadour, Beyssac, Beyssenac, Concèze, Saint Sornin-Lavolps, Troche) e il Comune tedesco di Oberelsbach del Land della Baviera. “Quando il sindaco firmerà il Patto di Gemellaggio con i sette Comuni - dice Francesco Soligo, assessore ai gemellaggi -si concluderà la parte formale di un percorso iniziato tre anni fa quando ci fu un primo ed importante confronto per sinergie, ora attive, tra associazioni sportive di Arnac-Pompadour e Villorba. La decisione di arrivare alla firma dell’atto solenne è stata invece decisa e strutturata nel corso dell’incontro con le delegazioni istituzionali franco tedesche che si è tenuto lo scorso dicembre nelle sale della Barchessa di Villa Giovannina a latere delle iniziative di lancio della nuova Biblioteca Comunale. Nel corso del meeting - ricorda Soligo - è stata condivisa la volontà di cooperare per sviluppare un progetto sul tema del biologico che permetta di condividere le diverse esperienze (ad esempio il Comune della Baviera è fine cultore della biodiversità) e di valorizzare, salvaguardare e promuovere i patrimoni locali”.

Il Comune di Villorba tra l’altro, insieme con Oberelsbach, è già partner di Arnac-Pompadour nel progetto “Chantons avec les immigrés dans l’Union Européenne” (“Cantiamo con gli immigrati nell’Unione Europea”) che ha ottenuto un finanziamento europeo nel quale rientra anche la trasferta del 21 giugno prossimo dei 30 componenti l’orchestra giovanile della banda comunale “A. Gagno” di Villorba. Nell’ottica del coinvolgimento attivo della popolazione per confrontare i modelli sociali favorendo scambi di esperienze a livello locale buona parte della delegazione villorbese sarà ospitata in casa delle famiglie francesi. La delegazione sarà costituita da una sessantina di persone (compresa l’orchestra giovanile) che include oltre alla Giunta, una rappresentanza degli Alpini, di Vivere Insieme, dello Sci Club, del Rugby e delle Attività produttive.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento