Stop alla violenza contro le donne: Ponte di Piave aderisce al protocollo della Regione

Decisione importante da parte del Comune trevigiano che ha aderito all'iniziativa della Regione dedicata al contrasto della violenza contro le donne e i maltrattamenti domestici

In foto: il sindaco Paola Roma

La Giunta comunale di Ponte di Piave ha aderito nella seduta del 5 novembre 2019 al Protocollo di Rete per il contrasto alla violenza contro le donne e la violenza domestica promosso dalla Regione Veneto.

«La violenza sul genere, compresa quella domestica – ha dichiarato il Sindaco Paola Roma – è una violazione dei diritti e delle libertà riconosciuti dalla Convenzione di Istanbul del 2011. Aderire al protocollo di Rete promosso dalla Regione Veneto ha lo scopo di costituire una rete territoriale tra Istituzioni, Enti Locali, enti profit e no profit e che si propone di promuovere strategie condivise pe realizzare interventi di prevenzione e contrasto a tali fenomeni». «La violenza contro le donne rappresenta un problema sociale e culturale e l’approccio a questo tema – ha dichiarato l’assessore al sociale Giovanna Zanotto -  è quello di tutelare non solo le donne, ma anche i bambini e gli anziani, quali soggetti più deboli all'interno della famiglia»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento