Vittorio Veneto, i vigili del fuoco tornano in città: inaugurata la nuova caserma

Il governatore Luca Zaia ha ricordato la vicinanza dei vigili del fuoco alla gente. Il sottosegretario Candiani ha parlato della grande simbiosi tra tutti i componenti permanenti e volontari: un modello Veneto da esportare

I vigili del fuoco sono tornati in città a Vittorio Veneto, inaugurata alle 11.30 di martedì 20 novembre, la nuova sede cittadina. Il taglio del nastro del nuovo distaccamento alla presenza del sottosegretario di Stato Stefano Candiani, del presidente della regione Veneto Luca Zaia del capo del Corpo Gioachino Giomi, del direttore interregionale Fabio Dattilo, del comandante Nicola Micele e di una folta rappresentanza di cittadini. La cerimonia del taglio del nastro è stata anticipata dal solenne alzabandiera e dalla deposizione della corona commemorativa ai caduti dei vigili del fuoco in servizio e quelli della Grande Guerra. Il comandante Micele nel salutare gli ospiti ha parlato dell’importanza della nuova struttura a servizio della cittadinanza e dell’impegno di tutti nella realizzazione del nuovo distaccamento. Il capo del Corpo Gioacchino Giomi ha ribadito l’impegno costante e continuo dei vigili del fuoco, sempre impegnati da gli  interventi quotidiani alle grandi calamità, che ultimamente hanno segnato il nostro paese tra cui il maltempo, che nelle scorse settimane ha colpito il Veneto. Il presidente della regione Zaia ha ricordato la vicinanza dei vigili del fuoco con la gente. 

Il sottosegretario Candiani ha parlato della grande simbiosi tra tutti i componenti dei vigili del fuoco permanenti e volontari: un modello Veneto da esportare. Il sottosegretario ha anche ricordato come i vigili del fuoco siano stati riconosciuti a tutti i livelli come migliori nella capacità d’intervento in emergenza. Il nuovo distaccamento dei vigili del fuoco sarà anche sede del COC (centro operativo comunale) in caso di emergenze sul territorio. L’inaugurazione della nuova sede è stata preceduta nei giorni precedenti da una serie di manifestazioni quale pompieropoli per i più piccoli e da un concerto della banda del corpo nazionale dei vigili del fuoco. Presente presso la sede del distaccamento anche una mostra di mezzi storici, alcuni risalenti alle fine dell 1800 e del 1900, tra cui anche un’autopompa utilizzata dal comando di Treviso.

Potrebbe interessarti

  • Pioggia, vento e grandine: la Marca ancora nella morsa del maltempo

  • Lutto tra le colline del prosecco, addio a Fabio Ceschin

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Sorgenti del Piave, la commissione di esperti conferma: «Sono in Veneto»

I più letti della settimana

  • Tragico frontale a Borgoricco, morto un prete di 82 anni

  • Centauro 21enne si schianta contro un'auto: è grave all'ospedale

  • Si schianta con la moto contro un'auto, muore un 40enne

  • Segrega in casa e picchia la moglie e la figlia di 14 anni: arrestato 50enne padre-padrone

  • Tamponamento a catena in A4: un morto, traffico in autostrada nel caos

  • Auto fuori strada in Feltrina: due persone incastrate tra le lamiere, ferita una bimba

Torna su
TrevisoToday è in caricamento