Rischio licenziamenti alla Cromology: la replica dell'azienda

Dopo le dichiarazioni dei sindacati sul possibile rischio esuberi nello stabilimento di Resana, è arrivata la replica del Ceo di Cromology Italia, il dottor Massimiliano Bianchi

«Al termine dell’incontro svoltosi giovedì scorso alla presenza dei sindacati e dei rappresentanti dell’associazione industriali di Lucca, stiamo lavorando insieme alle organizzazioni sindacali per trovare tutte le forme possibili per arrivare a un corretto bilanciamento e assetto dell’organizzazione aziendale. Siamo confidenti che, nel corso delle prossime settimane, riusciremo trovare un accordo a beneficio di tutte le parti». A parlare è Massimiliano Bianchi, Ceo di Cromology Italia, ditta leader nel campo dei prodotti vernicianti e coloranti con sede centrale a Porcari, in provincia di Lucca, ma con un importante stabilimento anche a Resana.

Proprio nella sede trevigiana dell'azienda toscana, i sindacati avevano paventato nei giorni scorsi il rischio esuberi per una quindicina di dipendenti che sembravano destinati a rimanere senza lavoro. Puntuale è arrivata la replica dell'azienda che ha specificato come Cromology stia valutando in queste ore diverse ipotesi per riuscire a evitare i licenziamenti garantendo a tutti i suoi dipendenti un'importante stabilità lavorativa. I prossimi giorni saranno fondamentali per la riuscita della trattativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Più muscoli e meno grasso: gli alimenti che aiutano a costruire la tua massa magra

  • Tensione in tribunale, avvocato perde la testa e aggredisce il giudice

  • Diabete e retinopatia, il prof. Bandello: "Siamo all'avanguardia, ma ancora pochi screening"

  • Attacco cardiaco porta via alla vita Maria Fernanda, giovane mamma 31enne

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

Torna su
TrevisoToday è in caricamento