A Ponzano Veneto apre i battenti il ristorante gastronomico "Noïr"

Il prossimo 14 settembre il taglio del nastro del progetto di due giovani chef, Rocco Santon e Nicola Cavallin. Il locale, completamente ristrutturato negli ultimi mesi, in passato aveva ospitato il "Datterino" e la "Cupola"

Gli chef Rocco Santon e Nicola Cavallin

In molti a Ponzano Veneto, transitando in via Fontane nei pressi degli spazi che in passato avevano ospitato i ristoranti-pizzeria "La Cupola" e più recentemente "Il Datterino", si erano interrogati sull'imminente nuova apertura di un locale dal nome misterioso e semplice, Noïr. Questo infatti il nome presente nell'insegna, chiara e lucente, a contrastare il colore nero delle pareti esterne del locale. Il prossimo 14 settembre l'attesa sarà finalmente terminata con l'inaugurazione ufficiale.

Il ristorante Noïr è opera dei due giovani chef Rocco Santon e Nicola Cavallin. Rocco Santon aspira ad essere cuoco sin dall’infanzia: il desiderio diventa un percorso tra le cucine di grandi chef, dalla Francia con il "maître cuisinier de France" Laurent le Berrigaud, all’America, fino al ritorno in Italia, con chef Mometti, gli hotel cinque stelle di Venezia, e infine Horteria, punto d’incontro con Nicola Cavallin, che nel frattempo ha percorso anche lui il suo viaggio personale nella passione gastronomica e l’esperienza in importanti locali del nord Italia. L’amore sincero per il mestiere, i segreti delle nuove tecniche carpiti nelle cucine prestigiose, il successo di Horteria entrato in guida "Gambero Rosso" dopo solo sei mesi, non sono solo traguardi condivisi ma il punto di partenza per un’esperienza nuova, creativa: il progetto Noïr. Noïr: il nome è preludio della suggestione dark che colora la struttura, e delle esperienze inaspettate che serba una volta varcata la soglia. Noïr fuori e dentro, il ristorante è immerso in una tinta scura, perfetta per essere attraversata da colpi di colore: dell’arredo interno, e dell’orto esterno dove si trovano verdure e germogli per le ricette, ma anche i posti a sedere tra fiori e piante per l’estate.

PIATTO 3-2

«La nostra filosofia è trasmettere la ‘buona cucina’ partendo dalle basi e arrivando all’avanguardia: ma mai essere banali! Adoriamo la cucina classica, come adoriamo osare a creare nuovi piatti con combinazioni azzardate». La cucina di Noïr salda le radici nei prodotti che appartengono alla terra e al mare del territorio, ma viaggia anche tra le eccellenze d’Italia e non teme di addentrarsi nell’esplorazione di ingredienti provenienti dall’estero. «Siamo entrambi assidui viaggiatori -raccontano- per puro piacere, e per trovare modi nuovi di trasformare le materie prime che la nostra terra natale ci offre». Il viaggio prosegue per vino: le etichette percorrono l’Italia con incursioni estere, specialmente francesi per i rossi e le bolle.

Lo stile è classico, il fascino è elegante, con i tavoli rotondi e le tovaglie raffinate: perfetto per essere attraversato dai colpi di modernità della mise en place minimal. L’atmosfera è rilassata nel salotto dove si gusterà il cocktail di benvenuto: perfetta per essere ravvivata in sala dal pass di oltre tre metri, dove i commensali affacceranno lo sguardo per scrutare la preparazione dei piatti. E perfetta per ospitare l’energia dello chef table: qui si mangerà vivendo il ritmo di lavoro degli chef, che il piatto lo preparano e lo servono direttamente. Son pronte anche le dediche: ai clienti, i destinatari di questo invito intrigante al viaggio sensoriale. «Abbiamo l'ambizione di far divertire il cliente quando si siederà ai nostri tavoli, sia per la presentazione del piatto, sia per il modo di preparare le pietanze e di servirle. Noïr è elegante nella forma, e accogliente nel servizio: vogliamo permettere anche ai più giovani di approcciarsi ai nostri tavoli!».

RISTORANTE 1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

  • Attacco cardiaco porta via alla vita Maria Fernanda, giovane mamma 31enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento