A Treviso tutti pazzi per lo Shiatsu: boom di iscrizioni per corsi e workshop

Sabato 19 ottobre, a Quinto di Treviso, l’ultimo appuntamento in via Vittorio Emanuele 11 tra conferenze e workshop per avvicinarsi alla nobile arte orientale dei massaggi

I trevigiani si sono innamorati dello Shiatsu. Un successo enorme per gli eventi organizzati nei giorni scorsi e sempre a ingresso libro e gratuito dall’Accademia Italiana Shiatsu Do, la più importante e diffusa scuola di Shiatsu italiana.

A Quinto di Treviso e in tutta la provincia veneta, i cittadini hanno saputo apprezzare la competenza e l’esperienza di Operatori ed Insegnanti presenti e imparare le tecniche base in workshop dedicati, partecipando a lezioni aperte e a serate di pratica per allievi dei Percorsi Professionali. Un successo che testimonia la passione (circa 600mila persone in Italia lo praticano abitualmente) per questa disciplina del benessere, fin troppo sottovalutata: un rimedio antistress preferito dagli italiani e adatto a tutti, adulti e bambini, anziani e adolescenti, anche donne in gravidanza. Questa pratica manuale Giapponese fin dalla sua nascita, risalente al periodo tra le due guerre mondiali, si è caratterizzata per la staticità della pressione che viene portata perpendicolarmente alla superficie del corpo, comodamente vestito. Nella disciplina non esistono sfregamenti, manipolazioni, utilizzo di oli o altro. Le pressioni entrano in profondità senza scivolare sulla pelle e producono uno stimolo a cui l’organismo della persona trattata “risponde”, recuperando e manifestando dal profondo le proprie risorse vitali. Sabato 19 ottobre in via Vittorio Emanuele 11, a Quinto di Treviso, si svolgerà l’ultimo appuntamento con l’Accademia Italiana Shiatsu Do: ci sarà la possibilità di capire da vicino in cosa consiste lo shiatsu e come funziona, apprendere alcune tecniche di riscaldamento muscolare ed articolare e sperimentare i benefici di ricevere e praticare lo shiatsu; ma allo stesso tempo imparare le prime sequenze base per eseguire un trattamento rilassante per il sistema nervoso e la muscolatura e studiare le posizioni e la sequenza di un trattamento base completo.

«Siamo orgogliosi si quanto siamo riusciti a realizzare in questi giorni a Quinto di Treviso e in tutta la provincia - spiega la presidente dell’Accademia Sylvia Dittadi - Un grande successo che testimonia l’impegno della nostra Accademia, tra le prime scuole fondate nel nostro Paese, in questo progetto formativo per il benessere della persona. Lo scopo resta quello di coinvolgere sempre più persone nella pratica dei trattamenti e dei suoi benefici. Seguire e praticare lo Shiatsu Do porta ottimi risultati anche a chi lo fa, non solo a chi lo riceve”. L’Accademia Italiana Shiatsu Do con 20 sedi, 2000 associati e oltre 40 istruttori professionisti è la principale scuola di Shiatsu italiana ed europea.  Fondata nel 1985 da operatori e istruttori professionali ha lo scopo di diffondere lo Shiatsu attraverso la formazione e la pratica, nel rispetto della tradizione giapponese, proponendo un percorso didattico che accompagna l’allievo in un apprendimento della disciplina molto graduale. Il metodo di insegnamento, collaudato in oltre 1000 corsi amatoriali e 700 corsi professionali, è basato sul “fare”, cioè sulla proposta concreta di acquisire abilità reali in un training di esperienze pratiche incentrate sui Kata (forme di trattamento “ottimale” codificate nella pratica collettiva di anni) che accompagnano l’allievo in tutte le fasi dell’apprendimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

  • Suicidio sui binari a San Fior, Venezia-Udine bloccata per tre ore

  • Incendio alla "Carosello" di Castelfranco: capannone devastato

Torna su
TrevisoToday è in caricamento