Stress ossidativo nella pelle e invecchiamento cellulare: come prevenirlo

L’espressione più visibile dello stress ossidativo, è quella che coinvolge la pelle facendo comparire rughe profonde, macchie scure e perdita della tonicità e provocando invecchiamento prematuro e accelerato. Condurre uno stile di vita sano e attivando misure preventive, lo si può combattere

Lo stress ossidativo, è parte del processo di invecchiamento biologico e svolge un ruolo importante nell'invecchiamento cutaneo. Esistono due tipi principali di invecchiamento cutaneo: l'invecchiamento intrinseco e quello estrinseco, entrambi esacerbati dallo stress ossidativo. 

Delle due forme di invecchiamento cutaneo, l'invecchiamento estrinseco è principalmente guidato dallo stress ossidativo. L'invecchiamento estrinseco si riferisce all'invecchiamento dello strato più esterno della pelle (l'epidermide), normalmente causato da fattori esterni come radiazioni UV, tossine ambientali e dieta. 


Che cos'è lo stress ossidativo?

Lo stress ossidativo definisce i fenomeni di stress cellulare, in cui la cellula fatica a produrre energia sufficiente per mantenere la sua struttura e funzione. Questo stress, è normalmente causato da uno squilibrio tra la produzione di specie reattive dell'ossigeno, note anche come radicali liberi e antiossidanti. Quando il numero di radicali liberi, supera la capacità antiossidante della cellula, la produzione di energia cellulare viene compromessa, con conseguente danno cellulare e tissutale.


Come lo stress ossidativo provoca l'invecchiamento della pelle

La pelle umana è composta da due strati primari: l'epidermide (lo strato esterno) e il derma (sotto). L'invecchiamento cutaneo, può verificarsi su entrambi gli strati ma imprimendo un effetto diverso, a seconda dello strato considerato. Ad esempio, nello strato dermico della pelle, stress ossidativo e danni possono causare un'interruzione della matrice cutanea. Ciò provoca una riduzione di collagene, elastina e acido ialuronico, che può provocare rughe e rughe sottili. Riguardo l'invecchiamento cutaneo epidermico, lo stress ossidativo può causare una varietà di squilibri, che contribuiscono all'invecchiamento, può causare ad esempio, un afflusso di calcio che porta ad un estesa reticolazione delle proteine ​​nella pelle e quindi portare alla formazione eccessiva di collagene, che può causare rigidità, "calcificazione" e fibrosi del tessuto cutaneo.  Questo stress può condurre ad una infiammazione cronica, che in casi estremi, genera potenzialmente gravi malattie, tra cui il cancro della pelle.
 

Suggerimenti per ridurre lo stress ossidativo 

Per quanto complesso possa sembrare lo stress ossidativo, prevenirlo è abbastanza semplice. In effetti, ci sono una varietà di cose quotidiane che puoi iniziare a fare per inibire i danni dei radicali liberi e proteggere la tua pelle. Ecco alcune cose da considerare:

Aumenta l'assunzione di antiossidanti

Fortunatamente, la pelle ha il suo meccanismo di difesa naturale per far fronte ai radicali liberi. Infatti, il tessuto cutaneo dell'epidermide, ha un'alta concentrazione di antiossidanti, tuttavia, nel tempo, l'invecchiamento e lo stress possono ridurre l'accumulo di antiossidanti sulla pelle, rendendola più suscettibile ai danni.  Ecco perché è importante non solo evitare l'esposizione ai radicali liberi, ma anche fornire antiossidanti supplementari alla pelle, attraverso la dieta. Alcuni dei nostri antiossidanti preferiti che proteggono la pelle, sono sostanze come CoQ10, vitamina A (retinolo), vitamina E, vitamina C e zinco, solo per citarne alcuni. La maggior parte di questi nutrienti può essere trovata come ingrediente base nei nostri prodotti, che nutrono la pelle dall'esterno. 


Evitare gli acidi grassi polinsaturi

Tra le molte fonti di radicali liberi, la nostra dieta moderna è tra i principali criminali. Gli alimenti più “moderni”, sono pieni di varie sostanze reattive che aumentano la produzione di radicali liberi nel corpo. Alcuni dei peggiori, includono oli come quello di colza e di soia, ricchi di acidi grassi polinsaturi dannosi. Consumare molti alimenti ricchi di polinsaturi (olio di pesce, olio di arachidi, olio di soia, ecc.), può aumentare l'accumulo di acido arachidonico nella pelle. Ciò porta a malattie infiammatorie della pelle, come la psoriasi, la dermatite atopica e infine l'invecchiamento.

Ridurre l'assunzione di ferro

C'è molta confusione riguardo ai ruoli e ai requisiti del ferro dietetico. Il ferro, è un metallo pesante molto reattivo e può aumentare il tasso di ossidazione lipidica e ridurre la capacità antiossidante del corpo. Ad esempio, il ferro distrugge la vitamina E, che è uno degli antiossidanti più protettivi che il corpo produce. Gli effetti ossidativi generali del ferro, combinati con i suoi effetti distruttivi sugli antiossidanti, lo rendono un importante fattore che contribuisce allo stress ossidativo. Pertanto, consigliamo di evitare il consumo eccessivo di ferro.  Sia il rame che lo zinco, aiuteranno a regolare il ferro e gli impediranno di causare danni ossidativi alla pelle.

In conclusione

Se desideri preservare la giovinezza e la salute della tua pelle, combattere e prevenire lo stress ossidativo, è una delle cose più importanti che puoi fare. Lo stress ossidativo compromette la capacità delle nostre cellule di produrre energia. Senza energia, le cellule che compongono ogni tessuto del nostro corpo, diventano deboli, danneggiate e infine atrofiche. La buona notizia è che semplici cambiamenti nella dieta, possono aiutare a ridurlo drasticamente e aumentare la resistenza del corpo ad esso, garantendo una pelle sana e forte a livello cellulare.

Adesso forse…sei abbastanza motivata per affrontare e contrastare lo stress ossidativo

Vediamo dove fare il pieno di antiossidanti:

Immunage

Coenzima Q10

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento