Il piede diabetico: cure e trattamenti

Questa patologia correlata al diabete, non è un segnale da trascurare, ma da trattare tempestivamente, monitorandolo con particolare attenzione. Vediamo i segni evidenti e come trattarli

Il piede diabetico, è una patologia estremamente invalidante che colpisce i soggetti diabetici. Il diabete, infatti, può causare il restringimento o l’occlusione delle arterie degli arti inferiori, riducendo in modo critico l'apporto di sangue e di ossigeno alle estremità. Il 6,2% della popolazione italiana è affetto da diabete mellito; di questi, più del 25% sviluppa, nel corso della propria vita, problemi ai piedi e nel 15% dei casi si tratta di un evento ulcerativo. Nella popolazione occidentale, più dell’80% delle amputazioni non traumatiche, viene eseguito su pazienti diabetici e l’ulcerazione del piede, è considerata la prima causa. Negli ultimi vent’anni c’è stato un miglioramento delle conoscenze, che ha permesso di ridurre le amputazioni e aumentare gli arti salvati. È ormai scientificamente riconosciuto, inoltre, che più precoce è il riconoscimento e il conseguente trattamento, migliori sono i risultati clinici che sarà possibile ottenere (più di mille interventi di salvataggio d’arto ogni anno, con esito positivo nei 90-95% dei casi).


 

Essere proattivi può aiutare a mantenere i piedi sani

Se hai il diabete, probabilmente sai di essere alla ricerca di problemi con i piedi. I problemi ai piedi si verificano più spesso quando c'è un danno ai nervi, noto anche come neuropatia periferica.

Il danno ai nervi può causare formicolio, bruciore doloroso o debolezza del piede.

Al contrario, la neuropatia può anche causare intorpidimento, quindi potresti ferire un piede e nemmeno saperlo. In effetti, fino alla metà di tutti i casi di neuropatia periferica diabetica, può non presentare sintomi, il che rende ancora più importante tenere sotto controllo i piedi, durante la normale routine. Lo scarso flusso sanguigno o i cambiamenti nella forma dei piedi o delle dita dei piedi, possono anche svolgere un ruolo nelle complicanze legate al piede.

Ma anche se stai riscontrando questi problemi, puoi comunque fare molto per prevenire gravi complicazioni del diabete. La tua migliore difesa è una buona offesa. Ecco cosa devi sapere sulla prevenzione e il trattamento dei problemi ai piedi se hai il diabete.

Se hai il diabete, probabilmente sai di essere alla ricerca di problemi con i piedi.

La tua migliore difesa è una buona offesa. Ecco cosa devi sapere sulla prevenzione e il trattamento dei problemi ai piedi se hai il diabete. 


Colpisci i tuoi obiettivi glicemici

È ideale, ovviamente, cercare di evitare i problemi ai piedi prima che si verifichino. Puoi iniziare monitorando attentamente i livelli di glucosio nel sangue. Lo scarso controllo glicemico, aumenta il rischio di ulcere e infezioni del piede. Questo perché la glicemia alta colpisce i nervi di tutto il corpo e danneggia i vasi sanguigni, rendendo difficile combattere le infezioni.


Controlla i tuoi piedi ogni giorno

Poiché i danni ai nervi, possono ridurre la capacità di sentire dolore, calore e freddo, potresti non essere nemmeno a conoscenza di una lesione al piede. Ad esempio, potresti avere qualcosa di simile a un ciottolo nella scarpa e camminarci su tutto il giorno senza sentirlo. Potrebbe formarsi una vescica o una piaga, aumentando il rischio di infezione.

Prendi l'abitudine quotidiana di verificare la presenza di calli, vesciche e pelle secca e screpolata, nonché arrossamenti e gonfiori. Assicurati di segnalare questi problemi al tuo team sanitario non appena li noti.

Non riesci a vedere la parte inferiore dei tuoi piedi?

Chiedi a un amico o un familiare di aiutarti, se non puoi avvalerti di aiuto esterno, posiziona uno specchio sul pavimento e tieni i piedi sopra di esso, per verificare la presenza di punti problematici. Per essere sicuro di ricordare di controllare, concediti un promemoria da non perdere. Metti qualcosa nelle scarpe o nei calzini che devono essere rimossi, ad esempio una palla da tennis, prima di indossarli ogni giorno.


Coccola i tuoi piedi

Il diabete può causare alterazioni della pelle dei piedi, questo perché i nervi che controllano il sebo e l'umidità nei piedi, potrebbero non funzionare più. Di conseguenza, i piedi potrebbero diventare estremamente asciutti. Per evitare il peeling o la pelle screpolata, è importante idratare.

Dopo il bagno, asciuga accuratamente i piedi, quindi applica una crema idratante densa, ad esempio una crema per le mani senza profumo o una mano sottile di semplice vaselina. Assicurati, tuttavia, di non mettere la crema tra le dita dei piedi. Quelle aree scure e umide si prestano all'infezione.


Proteggi i tuoi piedi

Per evitare piaghe, non andare a piedi nudi o indossare scarpe strette o sfregare contro i tuoi piedi. Idealmente, dovrebbe esserci spazio sufficiente per muovere le dita dei piedi.

Se hai il diabete, potresti notare che i tuoi piedi sono più inclini ai calli. Quelle aree ruvide, sono il risultato della presenza di aree ad alta pressione sotto il piede. Se hai troppi calli, gravi danni ai nervi o anomalie del piede come borsiti, il medico può suggerire calzature o inserti terapeutici specializzati. A seconda della gravità dei sintomi, potresti stare bene indossando scarpe da passeggio ben aderenti o scarpe da ginnastica che attutiscono i piedi e ridistribuiscono la pressione.

Fai esaminare i tuoi piedi

Se hai il diabete, il tuo medico dovrebbe controllare i tuoi piedi ad ogni visita. Il medico dovrebbe anche fare un esame del piede completo almeno una volta all'anno e soprattutto, se stai vedendo un nuovo medico, assicurati di portare le tue cartelle cliniche al tuo appuntamento.

Tra le altre cose, il medico vorrà conoscere qualsiasi storia di ulcere del piede, amputazione, piede di Charcot (una condizione che provoca l'indebolimento delle ossa), fumo di sigaretta, visione alterata e malattie renali. Tutte queste cose aumentano il rischio di malattie del piede diabetico.

Per quanto riguarda l'esame stesso, il medico esaminerà i piedi e le dita dei piedi e farà un esame del piede sensoriale, che utilizza puntura, temperatura, vibrazione o un filamento come una setola di spazzola per capelli per verificare la neuropatia periferica diabetica. Il medico eseguirà anche una valutazione vascolare, che prevede l'uso di impulsi nelle gambe e nei piedi per valutare il flusso sanguigno ai piedi.


Fai controllare al medico le lesioni

Se rilevi problemi ai piedi, è importante agire rapidamente su di essi e portare qualcosa di insolito all'attenzione del tuo medico. Se hai un taglio, una vescica o una ferita sul piede che non guarisce, non cercare di aspettare o di trattarlo da solo con un antibiotico da banco.

A seconda della gravità, può tendere a farlo da solo o indirizzarti a uno specialista di cura dei piedi come un podologo, un chirurgo ortopedico o vascolare o un esperto di riabilitazione.

Allo stesso modo, se fumi o hai una storia di complicanze degli arti inferiori, perdita di sensibilità protettiva, cambiamenti nella forma dei tuoi piedi (a causa di martelletti o borsiti) o malattia arteriosa periferica, ti consiglierà di consultare uno specialista per le cure in corso.


Indossa scarpe terapeutiche

Il danno ai nervi, può portare a cambiamenti nella forma dei piedi e delle dita dei piedi. Invece di forzare i piedi in un paio di scarpe normali, parla con il tuo medico di indossare quelli progettati per le persone con malattia del piede diabetico. Si raccomandano, scarpe con una larga punta quadrata, tre o quattro fori per i lacci delle scarpe su ciascun lato, una linguetta imbottita, materiali leggeri e una soletta imbottita.


 

Trattare i piedi quando sono in gravi condizioni

Le persone con diabete, hanno maggiori probabilità di avere un piede o una gamba amputati rispetto alle persone che non hanno la condizione. In effetti, fino al 75 percento delle amputazioni degli arti inferiori viene eseguito su persone con malattia del piede diabetico. Questo perché il diabete, aumenta il rischio di ciò che è noto come malattia arteriosa periferica, che riduce il flusso sanguigno ai piedi. Le persone con diabete, sono anche inclini a malattie nervose, che riduce la sensazione. Di conseguenza, è facile contrarre ulcere e infezioni che possono portare all'amputazione. Molte persone con diabete che finiscono per avere amputazione di fumo. È fondamentale lavorare con un medico per smettere di fumare.

Le buone notizie? L'amputazione è spesso evitabile se si seguono i consigli del proprio operatore sanitario sulla gestione del diabete.

Cure urgenti e specialisti cui rivolgerti:

ULSS2-DiabetologiaPiazzale Ospedale, 23 (Portineria Nord, Area E (rosa), Ingresso 12,Piano 0)

Centro antidiabetico - Via Manin, 110, Ospedale "De Gironcoli", Piano 3, Conegliano (TV)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento