"Beatrice": il cortometraggio dedicato a Bebe Vio trionfa al New York Short Film Festival

Il film prodotto dalla trevigiana Fabrica e diretto dalla videomaker sudamericana Lorena Alvarado, si è aggiudicato il premio come miglior documentario al festival newyorchese

Un'immagine tratta dal film di Lorena Alvarado

TREVISO La trevigiana Fabrica continua a valorizzare i talenti più promettenti del cinema di domani. Ne è una prova l'ennesimo riconoscimento conquistato dalla factory di talenti Under 25 con sede a Catena di Villorba. Questa volta, a premiare il talento di una giovane creativa del Sudamerica, ci ha pensato il New York Short Film Festival, vera e propria istituzione per il cinema d'autore internazionale.

Il festival statunitense premia da ormai tredici edizioni i migliori cortometraggi realizzati da registi e videomaker provenienti da ogni parte del Mondo. Quest'anno, ad aggiudicarsi il primo premio nella categoria "MIglior Documentario 2017" è stato proprio il film prodotto da Fabrica, incentrato sulla vita e sulla storia di Beatrice Vio, campionessa paralimpica tra le più premiate a livello internazionale. Tra la fine del 2016 e i primi mesi del 2017 Bebe era stata chiamata da Fabrica per uno stage nel settore grafico. In quei giorni di lavoro la giovane atleta era stata avvicinata da Lorena Alvarado, filmmaker venezuelana arrivata a Fabrica per collaborare con  il team "Social Campaigns" della factory ideata da Luciano Benetton. Regista giovane ma da sempre attenta a indagare e riprendere le dinamiche del mondo femminile, Lorena Alvarado ha pensato bene di provare a girare un cortometraggio sulla vita di Bebe. Un'esperienza unica che ha dato vita a "Beatrice", film di grande impatto visivo sul mondo dell'atleta trevigiana dentro e fuori la pedana sportiva. Il documentario mette bene in risalto non solo una delle più grandi atlete paralimpiche del nostro tempo ma anche i lati più fragili della protagonista, ragazza come tante desiderosa di sorridere sempre alla vita nonostante le molte difficoltà attraversate.

02_Lorena-Alvarado_news-2

Arrivata a Treviso nel novembre del 2016, la regista Lorena Alvarado si trova quasi alla fine della sua esperienza come "fabricante" (termine usato per indicare i giovani che anno dopo anno sviluppano i loro talenti per "Fabrica"). Tra le ideatrici della campagna 2016 per la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, finanziata da Benetton, Lorena è al suo primo successo internazionale grazie allo splendido documentario dedicato a Bebe che ha saputo conquistare la giuria del festival newyorchese. Ad ispirare i lavori di Lorena sono spesso le musiche tristi, anche se non nega di essersi innamorata del cibo e degli spritz made in Treviso. Dopo la clamorosa conquista del premio Oscar vinto nel 2001 con il film "No man's land", Fabrica torna così a mettere la sua firma nel cinema di qualità portando alla luce una delle più interessanti promesse del genere documentario. Qui sotto potete trovare il trailer del film "Beatrice".

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento