"Pensieri in Circolo": il programma degli eventi culturali del 2019

Tutti gli incontri sono a cura di Marco Carniello (Università degli Studi di Padova) e si svolgono dalle ore 20.45 presso Sala “Aldo Moro”, Piazza Fabris a Carbonera

La sala in cui si terranno gli incontri

“Pensieri in Circolo” è un’iniziativa culturale di divulgazione filosofica nata per avvicinare le persone alle opere e ai temi della nostra tradizione di studi filosofici. Organizza e promuove incontri di lettura e approfondimento creando spazi di dialogo e di confronto critico. Tutti gli incontri sono a cura di Marco Carniello (Università degli Studi di Padova) e si svolgono dalle ore 20.45 presso Sala “Aldo Moro”, Piazza Fabris, Carbonera (TV). Ingresso libero e gratuito.

dettaglio_locandina_Primo_Levi-3

VENERDÍ 25 GENNAIO – Sala “Aldo Moro” (Piazza Fabris, Carbonera), ore 20.45 IL RISCHIO DELLA MEMORIA Incontro su Primo Levi con la filosofa Silvia Ferrari. Per conoscere, ricordare, riflettere. In occasione della Giornata della Memoria, in collaborazione con il Comune di Carbonera e la Biblioteca comunale, “Pensieri in Circolo” propone una serata di approfondimento dedicata a Primo Levi, testimone e scrittore della Shoah. Grazie al prezioso contributo di Silvia Ferrari (Fondazione Internazionale Alti Studi di Modena), studiosa e profonda conoscitrice dell’autore di Se questo è un uomo, ci accosteremo al delicato problema della memoria come strumento ambivalente e “arma a doppio taglio” a disposizione dell’uomo e dell’umanità. Il titolo della serata Il rischio della memoria intende infatti sottolineare come la memoria sia sempre da considerarsi un rischio perché capace di far riemergere ferite antiche, ma anche sempre a rischio perché suscettibile di essere manipolata o addirittura cancellata. Nell’anno del centenario dalla nascita di Primo Levi, questa serata sarà l’occasione per conoscere più da vicino una delle personalità più significative del secolo scorso le cui parole conservano tutt’oggi un valore di grande importanza intellettuale e civile per comprendere il nostro passato e per affrontare il nostro avvenire.

MARTEDÍ 5 FEBBRAIO - Sala “Aldo Moro” (Piazza Fabris, Carbonera), ore 20.45 LA VITA DELLA MENTE. PENSARE, VOLERE, GIUDICARE Primo incontro della rassegna 1 Libro, 1 Tema, 5 Serate. A partire dalla lettura del libro di Hannah Arendt La Vita della Mente (1975) affronteremo un affascinante viaggio verso e attraverso la mente umana e le sue principali attività: pensare, volere e giudicare. Guidati dal lucido punto di vista di una delle protagoniste del pensiero contemporaneo, ci chiederemo quale sia il ruolo e lo specifico contributo di queste facoltà nel vivere quotidiano di ciascun essere umano. Che cosa significa pensare? Perché pensiamo? Dove siamo quando stiamo pensando? E poi, che cos’è la volontà? Siamo liberi di volere ciò che vogliamo? Queste e altre domande ci condurranno a conoscere le idee e gli autori che hanno segnato la storia del pensiero e che ancor’oggi non smettono di interrogarci sulla natura umana e le sue peculiarità rispetto agli altri esseri viventi. Il ciclo di incontri si concluderà per tutti i partecipanti con la serata A cena con…il filosofo tra cucina, musica, teatro e filosofia. Gli appuntamenti si svolgeranno ogni 15 giorni, a partire da Martedì 5 Febbraio data in cui si terrà la serata di presentazione dell’intero percorso per il quale non è richiesta alcuna preconoscenza specifica. Le successive date dedicate all’argomento saranno: Martedì 19 Febbraio, 5 Marzo, Martedì 2 Aprile.

VENERDÍ 22 MARZO - Sala “Aldo Moro” (Piazza Fabris, Carbonera), ore 20.45 LA MORTE SI FA SOCIAL Come cambia il nostro rapporto con la morte nell’era dei social network. Incontro con il filosofo Davide Sisto. L’incontro con Davide Sisto (Università degli Studi di Torino), filosofo tanatologo, e autore del libro La morte si fa social (Bollati Boringhieri, 2018), sarà l’occasione per confrontarsi con uno dei temi più delicati e urgenti del nostro tempo: il cambiamento della percezione della morte e della gestione del lutto nell’epoca della cultura digitale. Se infatti negli ultimi decenni la morte è stata sempre più rimossa dai discorsi e dagli spazi frequentati dall’uomo, allo stesso tempo però viviamo “circondati dai morti” quando immagini e parole dei cari estinti irrompono all’improvviso dagli schermi dei nostri telefoni. Social network, chat, siti web costituiscono insieme, ad oggi, il più grande cimitero del mondo. Sono già disponibili algoritmi capaci di farci dialogare con i defunti rimescolando tracce e segni lasciati nello stesso universo virtuale in cui le nostre stesse vite sono sempre più immerse. E se un giorno la vita dell’uomo potesse proseguire, virtualmente, oltre la morte? È una prospettiva non più troppo assurda. L’uomo ha sempre pensato la morte. Oggi più che mai, il digitale offre l’opportunità per ripensare la morte in una prospettiva completamente inedita.

AGOSTO 2019 (data da destinarsi) – Luogo aperto, ore 20.45 LA VERITÀ, PRIMA DELLE FIAMME Serata all’aria aperta su Giordano Bruno con la partecipazione dell’attore Daniele Tessaro. Per il ciclo Filosofi sotto le stelle e dopo il successo della serata di letture all’aria aperta dedicata a Seneca, si propone un evento tra filosofia e teatro interamente dedicato a Giordano Bruno, una delle personalità più interessanti del pensiero rinascimentale. La figura del filosofo nolano, impersonata dall’attore Daniele Tessaro (Accademia Teatro Stabile del Veneto), guiderà il pubblico in un viaggio fatto di pensieri e parole attraverso il rapporto tra l’uomo e l’universo, la verità e la giustizia, la vita e la morte. Sarà una serata unica per conoscere più da vicino la forza del pensiero e la potenza della sua libertà.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: tre giorni di feste e divertimento

  • Camionista trovato morto nel parcheggio del centro commerciale Arsenale

  • Autotreno pieno di ghiaia si ribalta in strada: traffico in tilt

  • Camper sbanda e distrugge una balaustra del ponte di Vidor: gravi disagi al traffico

  • Lutto nel mondo del Prosecco: Orfeo Varaschin muore a 50 anni

  • Come pulire la lavatrice: consigli per farla tornare come nuova

Torna su
TrevisoToday è in caricamento